Vietato vendere Douglas Costa -
REGISTRATI LOGIN -
HOME>SERIE A>Vietato vendere Douglas Costa

Vietato vendere Douglas Costa

26 Maggio 2018 - 11:19 di Redazione MCN - Articolo letto: 6 volte

Tutti pazzi per Douglas Costa. Mourinho lo vorrebbe a Manchester ma privarsi del brasiliano potrebbe costare caro ai bianconeri

Arrivato in estate dal Bayern Monaco, Douglas Costa è stato nei primi mesi un oggetto misterioso della campagna acquisti bianconera. Pur essendo arrivato nelle vesti di Top Player, anche l’esterno brasiliano è stato sottoposto al periodo di ambientamento e di rodaggio tipico della gestione Allegri. Nei primi mesi in bianconero, l’ex Bayern Monaco ha alternato qualche giocata di alta classe con prestazioni che non lasciano il segno.

Quindicesima giornata del girone di andata di Serie A. La storia cambia. Una partita perfettamente gestita in fase difensiva permette alla Juventus di espugnare il San Paolo. Oltre al gol decisivo di Gonzalo Higuain spicca l’eccellente prestazione di Douglas Costa. Da quel momento 6 gol, 14 assist e giocate balistiche di alto livello sempre efficaci hanno spinto la Juventus alla conquista di Scudetto e Coppa Italia.

Da oggetto misterioso alla consacrazione di Top Player. Come già affermato da Marotta nei giorni precedenti, la società bianconera provvederà al riscatto dell’esterno brasiliano entro il prossimo 30 giugno. Nonostante l’a.d. bianconero abbia garantito la permanenza di Douglas Costa a Torino per il prossimo anno, sull’esterno bianconero brillano gli occhi delle Big Europee. Secondo il Sun, il Manchester United avrebbe in canna un’offerta di 85 milioni di euro per strapparlo ai campioni d’Italia.

La plusvalenza sarebbe una di quelle incredibili operazioni di mercato a cui la società bianconera ci ha abituati negli ultimi anni.  Ma la cessione di Douglas Costa beneficerebbe alla Juventus?

Valore Tattico e impossibilità di sostituirlo

L’importanza tattica di Douglas Costa non si discute. Schierabile su entrambe le fasce, è il giocatore perfetto da affiancare ad una punta centrale. Il brasiliano ha mostrato una maturazione in fase difensiva ed un notevole cinismo nella risoluzione delle situazioni complicate ed offensive. A prescindere dall’importanza tattica, al momento sul mercato non vi sarebbero giocatori reperibili per sostituire il brasiliano.  In caso di ipotetica cessione, sarebbe complicato trovare un giocatore all’altezza che possa sostituirlo. Sia in termini di budget, sia in termini di valore tattico e tecnico. Negli ultimi anni la società bianconera ha ricercato talenti che, in linea con il budget stanziato dalla società, potessero alzare l’asticella. Vendere Douglas Costa non sarebbe un semplice errore ma l’errore più grande della gestione bianconera degli ultimi anni.

Douglas Costa è un colpo ben riuscito. Douglas Costa è un campione. Vietato Venderlo.

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Zenit, stagione finita per Marchisio: operato al menisco

Claudio Marchisio, attuale centrocampista dello Zenit, deve concludere anticipatamente la propria stagione. L'ex giocatore della Juventus è stato operato al menisco del ginocchio destro a Torino. I tempi di recupero si attestano intorno ai 4-5 mesi. >> SCARICA L'APP DI MONDOCALCIONEWS <<

Figlio di Thiago Silva aggredito a Parigi

Brutta avventura quella successa a Thiago Silva ed i suoi familiari. Il figlio e la Zia sono stati aggrediti in pieno centro a Parigi. Secondo il quotidiano AS due individui si sono fermati con una moto nei pressi dell’auto parcheggiata con dentro la zia e il figlio. I due malviventi

Manchester United, Pogba ai saluti: “Voglio cambiare aria”

Paul Pogba, icona e giocatore del Manchester United, ha scelto di cambiare squadra al termine della stagione. Secondo il quotidiano L’Equipe, il francese fresco campione del mondo ha già avvisato i vertici dello United. La motivazione principale è la quasi mancata qualificazione alla prossima Champions League. Un giocatore come Pogba

Milan, contatti per Malcolm: Leonardo incontra l’agente

Secondo la Gazzetta dello Sport, il Milan è piombato prepotentemente sull'esterno d'attacco del Barcellona classe 1997 Malcolm. Nei giorni scorsi c'è stato un incontro tra Leonardo e l'agente del giocatore. La sua valutazione però è massiccia: 50 milioni di euro !! Tutto dipenderà dalla qualificazione in Champions League del diavolo

Lazio, gli Irriducibili a Milano: “Onore a Benito Mussolini”

A poche ore di distanza dal fischio d'inizio del match di ritorno della semifinale di Coppa Italia tra Milan e Lazio, i tifosi biancocelesti hanno esposto uno striscione con scritto: "Onore a Benito Mussolini". Il tutto è successo a pochi passi da Piazzale Loreto, in pieno centro di Milano, abbinando

Giovinco entra nella storia: è il primo italiano ad andare a segno in tre diverse Champions League

Sebastian Giovinco entra nella storia del Calcio. La "formica atomica" ex Juventus è il primo giocatore di nazionalità italiana ad andare a segno in tre diverse Champions League. La rete in Arabia Saudita con la maglia dell'Al-Hilal nel match contro l' Esteghlal ha sancito questo curioso record. In precedenza era andato a

Milan, Kessiè entra nel mirino dell’Atletico Madrid

Secondo quanto riportato da elgoldigital.com, l’Atletico Madrid fa sul serio per portare in Spagna il centrocampista del Milan Franck Kessiè. Per la società madrilena l’ivoriano sarebbe il sostituto perfetto di Thomas Partey, dato già per partente. La cifra di partenza è di 35 milioni di euro. >> SCARICA L’APP DI MONDOCALCIONEWS <<  

Chelsea, stagione finita per Hudson-Odoi

Brutte notizie per Maurizio Sarri. Hudson-Odoi, costretto ieri a lasciare il campo al 41' del primo tempo nella sfida contro il Burnley, ha riportato la rottura del tendine d'achille. La sua stagione è finita. Il classe 2000 verrà sottoposto ad un intervento chirurgico nei prossimi giorni. >> SCARICA L'APP DI

Genoa, riscattato Lerager dal Bordeaux

In casa Genoa è stato già assestato il primo colpo di mercato. Secondo "Sky Sport" Lukas Lerager è stato riscattato dalla società ligure. Il prestito dal Bordeaux a gennaio prevedeva una clausola: se il danese avesse disputato almeno 11 gare in Serie A, il grifone avrebbe esercitato automaticamente il diritto di

Feyenoord, Van Persie lancia una frecciata all’Ajax: “Contro la Juve avremmo vinto 11 a 2”

L’attaccante del Feyenoord Robin Van Persie ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla doppia sfida tra Ajax e Juventus in Champions League ai microfoni di De Telegraaf: “Penso che ora tutti quanti guarderanno con più attenzione la nostra vittoria a Gennaio contro l’Ajax quando li battemmo 6 a 2. La partita

ARTICOLI CORRELATI