Vessicchio sbotta contro Allegri: “Ha assassinato la Juventus e ruba 9 milioni di euro all’anno. Deve andare via!”

La Juventus esce sconfitta dal secondo match dei gironi di Champions League. I bianconeri cedono 2 a 1 all’Allianz Stadium al cospetto dei portoghesi del Benfica, subendo il secondo K.O. di fila dopo quello della scorsa settimana contro il PSG. Al termine della partita, Sergio Vessicchio ha sbottato sui social contro Massimiliano Allegri: ecco il contenuto del post pubblicato su Facebook.

Foto: profilo Twitter Juventus

JUVENTUS-BENFICA, I BIANCONERI CEDONO 2 A 1: NON BASTA L’INCORNATA DI MILIK

La Juventus perde mestamente all’Allianz Stadium contro il Benfica. Termina 2 a 1 per i portoghesi e, per la squadra di Massimiliano Allegri, non basta la rete di Arkadiusz Milik nella prima frazione di gioco. Eppure i bianconeri erano partiti bene, trovando appunto il vantaggio con l’attaccante polacco. Via via che i minuti passavano, però, la Juventus ha perso il pallino del gioco ed ha iniziato di nuovo ad esprimere un calcio molto confusionario. Il pareggio del Benfica arriva su calcio di rigore messo a segno da Joao Mario, mentre il gol vittoria è stato ad opera di David Neres.

JUVENTUS-BENFICA, VESSICCHIO SBOTTA CONTRO ALLEGRI: “DEVE ANDARE VIA, RUBA 9 MILIONI DI EURO ALL’ANNO”

Al termine del match dell’Allianz Stadium perso dalla Juventus, Sergio Vessicchio ha pubblicato un post su Facebook attaccando pesantemente l’operato di Massimiliano Allegri. Secondo il giornalista, l’allenatore bianconero deve andare via: “Dopo averla eliminata, con la complicità degli arbitri, dalla lotta scudetto, l’ha eliminata anche dalla Champions League. Aveva puntato tutto sulla partita con il Benfica svuotando completamente la squadra di motivazioni contro il Paris Saint Germain e la Salernitana Gli è rimasto di nascondersi dietro il goal annullato a Milik contro i granata, l’unico dito dietro il quale si sta nascondendo Allegri, il ladro toscano(ruba nove milioni di euro all’anno) ha praticamente distrutto la Juventus con una serie di errori mastodontici. Contro il Benfica hanno pesato le assenze degli ultimi due cessioni nelle ultime ore di mercato, due giocatori che non vedeva l’ora di cacciare definitivamente, Arthur e Zakaria, avrebbero fatto al caso della Juventus in ogni caso forte ma senza gioco, senza ambizioni, senza stimoli, incapsulata nel nientismo del suo allenatore, pardon, del suo assassino. Perchè Allegri è un assassino calcistico e i suoi complici sono coloro che continuano a tenerlo sulla panchina. La squadra peggiora di partita in partita, senza nessun margine di superare la crisi continua nella quale l’assassino l’ha trascinata. Milik porta in vantaggio la vecchia signora al 4′ ma è l’unico sussulto perché il Benfica ha dominato, come tutte le squdre, lasciando spazi larghi nei quali la squadra bianconera non ha saputo inserirsi. Miretti e Mckennie a centrocampo stentano spaventosamente”.

Pronto un altro addio in casa Juventus oltre quello di Dybala

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=pfbid0A5qxzrby1VkJkZciZajSkTzpqBxYegLZoucFTbdp39uESzETbTPXZXa87q2Avs4Nl&id=100064095790833

Juventus, l'allenatore Massimiliano Allegri
Foto: profilo Twitter Juventus
Juventus, l'allenatore Massimiliano Allegri in conferenza stampa
Foto: profilo Twitter Juventus

Tutte le news sul calciomercato e non solo: CLICCA QUI

LEGGI ANCHE