HOME>SERIE A>Verso Juventus-Lazio: le parole di Allegri e la probabile formazione.

Verso Juventus-Lazio: le parole di Allegri e la probabile formazione.

Di Redazione MCN - il 24 Agosto 2018

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App

Dopo la sofferta vittoria contro il Chievo, è tutto pronto all’Allianz Stadium per la prima uscita casalinga stagionale. Sarà un match emotivamente particolare: c’è entusiasmo per la prima di Cristiano Ronaldo davanti ai suoi nuovi tifosi. Ultimi nodi da sciogliere sulla formazione che scenderà in campo dall’inizio. Allegri chiede entusiasmo per Bonucci. Di seguito le parole del tecnico bianconero:

Cosa ti aspetti dal nuovo esordio di Bonucci all’Allianz?
“Dall’ambiente mi aspetto entusiasmo, la Lazio l’anno scorso ci ha battuto due volte, allo Stadium dopo 41 vittorie di fila in casa. E’ la prima partita vera, importante, anche se siamo solo alla seconda giornata. Indipendentemente da Bonucci voglio grande entusiasmo allo stadio. Leo è un giocatore della Juve, va valutato come tutti ed è tornato con grande entusiasmo. Ha messo sempre passione, dedizione e tutto il resto, come gli altri. Va rispettato per quello che ha fatto.”

Come va servito Ronaldo?
“Il calcio è un gioco di conoscenza. Più i giocatori giocano insieme, più si conoscono. Ci saranno miglioramenti anche coi centrocampisti. Ci vuole pazienza. Ronaldo ha tirato 6 volte in porta a Verona, devono essere più svegli sulla ribattuta. Per quanto riguarda la Lazio, è una squadra di ottimi giocatori, ben guidata, con un giocatore come Milinkovic che dà fisicità e tecnica, giocano molto sulle ripartenze. Dobbiamo evitare il blackout dell’anno scorso.”

Sul modulo e i giocatori
“Quando si ha una partita ogni 2-3 giorni è normale cambiare un po’, dobbiamo sarà dura giocare, chi entra dalla panchina deve essere determinante, come successo negli anni scorsi. Il calcio, oggi più che mai, si gioca in 14 giocatori. Alcuni momenti della stagione possiamo giocare con 3 difensori. Ci sarà un momento in cui Ronaldo dovrà rifiatare, come accaduto l’anno scorso a Madrid. Ora gioca, più avanti vedremo. Le cose vanno viste sul momento.”

In che ruolo ti piace di più Cristiano Ronaldo?
“E’ normale che se gioca con Mandzukic, lui è un centravanti che sta lì. Se gioca con Dybala fa il centravanti, se c’è Douglas Costa gli va a coprire un po’ di spazio a sinistra. Va sfruttato Ronaldo per le caratteristiche che ha, idem Dybala, Cuadrado e gli altri. Va messo nel posto in cui si trova meglio con le qualità che ha. La semplicità è la cosa migliore di tutte.”

Matuidi giocherà titolare?
“Devo decidere oggi, ha una buona condizione, ha continuato a correre anche in vacanza. L’anno scorso arrivò in punta di piedi, col tempo poi ci siamo resi conto della sua importanza. Ha segnato 5 gol, è stato anche utile da quel punto di vista. Abbiamo 5 centrocampisti, non possono giocare tutti insieme. Queste 3 partite dovremo gestire la settimana, poi dal 16 settembre giocheremo una volta ogni 3 giorni e qualcuno dovrà riposare per forza. Alla fine dell’anno giocheranno tutti. E bisogna vincere, fa parte del gioco, quando hai una rosa così a disposizione bisognare fare delle scelte. Che comunque sono sempre impopolari, da quello che mi si dice.”

Dybala titolare?
“Oggi vedrò se giocherà dall’inizio.”

Quanto è importante la gara con la Lazio?
“E’ la prima partita vera della stagione, non dobbiamo commettere gli errori di Verona. Abbiamo preso due gol, ogni volta che loro hanno buttato la palla dalle nostre parti qualcosa non tornava. Mi fido molto delle mie sensazioni, bisogna trovare una quadratura e una solidità diversa. Così attacchiamo meglio, difendiamo meglio e così via.”

Quest’anno c’è un miglior Alex Sandro?
“E’ un altro giocatore, sì, ma deve lavorare molto su se stesso.”

Com’è allenare Cristiano Ronaldo?
“E’ un campionissimo che si è costruito con il lavoro e il sacrificio. E’ un esempio per tutti i giovani, alza l’asticella della competizione e della Serie A.”

Cancelo è un esterno o un terzino?
“E’ un terzino a tutti gli effetti, anche se l’inserimento che ha fatto col Chievo è quasi da mezz’ala. L’unica cosa che deve fare è mettersi lì e lavorare sulla fase difensiva. Deve migliorare sia in questo, che nei tempi di gioco. Ha 24 anni, è giovane e può farlo. Tira fuori cose importanti dal nulla ed è una cosa buona, però poi serve anche la normalità.”

Bernardeschi dall’inizio?
“In America gli ho fatto fare il centravanti e l’ha fatto bene, ha entusiasmo e qualità. Poi può fare anche la mezz’ala o la mezz’ala esterna, a volte l’ho provato sulla trequarti. Conto molto su di lui, è cresciuto e ha una voglia di affermarsi, questo gli farà fare una grande carriera.”

 

La probabile formazione 4-2-3-1: Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Douglas Costa; Ronaldo.

Ti piace scommettere? UNISCITI al canale Telegram di MondoCalcioNewsBetting

Loading...