Verona ok contro Salernitana e salda la panchina di Grosso.

22 Febbraio 2019 - 22:57 di

Copyright © 2018 - 2019 MondoCalcioNews.it - Riproduzione riservata

Il Verona Hellas s’impone sulla Salernitana nell’anticipo della venticinquesima giornata di Serie B. Vittoria fondamentale per la squadra di Fabio Grosso che si porta momentaneamente al terzo posto e salda la panchina del suo tecnico. La Salernitana, invece, rimane fuori dalla zona play-off.

Verona-Salernitana: gli scaligeri fanno la partita nel primo tempo senza trovare lo specchio della porta

Primi minuti di gioco caratterizzati da una fase di studio, poi il Verona comincia a fare la partita con intraprendenza. Al 10′ Bianchetti di testa su calcio d’angolo manca la rete. I padroni di casa provano ad insidiare gli avversari con il possesso palla e la velocità degli esterni Laribi e, soprattutto, il coreano Lee, protagonista di un duello rusticano con il difensore uruguaiano della Salernitana Walter López che verrà al 7′ per una manata. Al quarto d’ora, però, la Salernitana comincia a venire fuori pressando gli avversari e al 18′ arriva la prima chance con un destro a giro di Jallow che per poco non trova la porta. Jallow che ci prova ancora al 26′ da fuori area; nessun problema per Silvestri che agguanta facilmente la conclusione debole e centrale. Ritmi alti e intensità,Il risultato però non cambia. Al 40′ grande opportunità per il Verona: Pazzini serve in area per l’inserimento di Gustafson che calcia, costringendo Micai ad un grande intervento. Mentre al 44′ la Salernitana si rende insidiosa con Di Tacchio che tira da lontano con deviazione di Bianchetti che mette in difficoltà Silvestri, costretto a deviare in corner. Si va al riposo sullo 0-0.

Verona-Salernitana: i gialloblù la sbloccano nel secondo tempo

La ripresa ripropone il leitmotiv della prima frazione. Possesso palla del Verona, pressing della Salernitana. Al 48′ Gustafson servito da Lee calcia dal vertice dell’area di rigore mandando la sfera a lato. Rispondono i campani con un colpo di testa di Casasola nettamente largo. Poi al 55′ occasione nitida per gli scaligeri: percussione del solito Gustafson che penetra fino all’area piccola del portiere, calciando sul primo palo e mandando il pallone incredibilmente fuori. Manca il gol, ma grande agonismo in campo con tante ammonizioni da una parte e dall’altra (7 in totale+due espulsi). Il gol arriva, però, al 70′. Un gol fortunoso dopo una bella azione del Verona che si porta in vantaggio con Pazzini, bravo a sfruttare un doppio rimpallo a pochi passi dalla porta. I granata cercano il gol del pareggio con l’ingresso di Djavan André Anderson, ma la squadra di casa cerca di difendere il risultato con l’ingresso in campo del difensore Empereur al posto di Lee. La formazione casalinga riesce ad abbassare i ritmi e a portare a casa un successo prezioso in ottica play-off.