Un 2023 da incubo per il Milan: è crisi nera, due rinforzi dal mercato

Brutte notizie per il Milan dalla Nazionale, Pioli dovrà fare i conti con un nuovo infortunio.

Il Milan sta affrontando un 2023 contrassegnato da statistiche negative e da una preoccupante fragilità difensiva. Nonostante la storica semifinale di Champions League contro l’Inter, il club rossonero ha subito 10 sconfitte solo in campionato, concedendo un totale di 27 gol, con una media di 2.7 gol a partita. Questo rendimento negativo è emerso anche nelle affermazioni dell’Inter nella Supercoppa Italiana, nei due euroderby della scorsa primavera, nell’eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Torino e nelle due sconfitte in Champions League, portando il totale delle sconfitte a 16.

Fragilità Difensiva e Strategia Tattica Esposta

La squadra ha mostrato una costante fragilità difensiva, specialmente quando la condizione psico-fisica è lontana dall’ottimale. L’assenza di difensori chiave per infortunio ha ulteriormente complicato la situazione, portando l’allenatore Stefano Pioli a utilizzare centrali fuori ruolo. La fase di non possesso, spesso esposta a ripartenze avversarie, è diventata un punto debole. L’atteggiamento tattico della squadra è diventato più leggibile nel tempo, rendendo il Milan vulnerabile contro squadre capaci di ribaltare il campo rapidamente e con attaccanti veloci.

Risposte dal Mercato: Gabbia e Kiwior Come Possibili Rinforzi

Per affrontare la crisi difensiva, il Milan sta cercando soluzioni di mercato. I dirigenti del club stanno lavorando per il ritorno anticipato di Matteo Gabbia dal prestito al Villarreal. Inoltre, stanno negoziando con l’Arsenal per convincerli a cedere Jakub Kiwior in prestito con diritto di riscatto. La società spera che questi rinforzi possano migliorare la solidità difensiva della squadra, risolvendo le carenze che hanno caratterizzato il 2023 e permettendo al Milan di competere ad alti livelli in tutte le competizioni.

Lascia un commento