Tacchinardi: “Giuntoli non piace lo stile di Allegri, la Juventus non può permettersi di sprecare Chiesa”

L'ex stella della Juventus Alessio Tacchinardi ritiene che il direttore sportivo del club Cristiano Giuntoli non sia un fan dello stile di gioco di Max Allegri.

L'ex direttore sportivo del Napoli è entrato in estate nell'amministrazione bianconera per diventare il capo del dipartimento sportivo.

Mentre Giuntoli ha spesso elogiato in pubblico il lavoro di Allegri, Tacchinardi ritiene che il dirigente della Juventus potrebbe voler riaprire l'allenatore a fine stagione.

Il giocatore in pensione esorta il direttore a iniziare a pianificare la prossima stagione poiché la stagione attuale potrebbe essere una conclusione scontata.

Si concentra anche sull'importanza di fornire a Federico Chiesa le giuste circostanze per produrre il suo miglior calcio.

Giuntoli deve capire quali sono i profili adatti per riportare al successo questa squadra e se la guida tecnica è giusta”, ha detto Tacchinardi nell'intervista a Radio TMW attraverso JuventusNews24.

“Poi dovrà decidere cosa fare con Chiesa. Dovremmo partire da lui e costruire attorno a lui la squadra del futuro.

“L’attenzione adesso non è più sul campo, perché la Juve si qualificherà alla Champions, ma piuttosto capire cosa vuole Giuntoli dalla Juventus.

“Vuole una Juve come quella che stiamo vedendo in questa stagione o una squadra più spregiudicata che giochi più avanti?

“Per me Giuntoli non piace come gioca Allegri.

“La Juventus non può permettersi di sprecare Chiesa. È il miglior attaccante italiano di questa generazione, eppure il club non lo aiuta a dare il massimo.

Allegri era un bravissimo allenatore, ma le sue idee sono sempre state le stesse”, ha concluso l'ex esterno della Juventus.

Lascia un commento