Ravenna-Arezzo 1-1, Di Paolantonio: “Gol una liberazione, primo tempo non da vero Arezzo”

Sorry! You are blocked from seeing ads

L’Arezzo recupera il Ravenna nel secondo tempo grazie a un gol di Alessandro Di Paolantonio e ottiene un punticino che smuove la classifica ma che certo non accontenta il tecnico Andrea Camplone. Lo scontro diretto per la salvezza del Girone B di Serie C si conclude dunque 1-1, con gli amaranto che restano in fondo alla classifica e il Ravenna che resta al 17esimo posto. Queste le parole di Andrea Camplone in mixed zone al termine della sfida:

SULLA PARTITA: “Abbiamo sofferto nel primo tempo perché abbiamo interpretato male la partita ma nonostante questo non li abbiamo mai fatti tirare. Commentiamo come al solito un mezzo tiro in porta e un gol subito. Nel secondo tempo abbiamo giocato bene, i ragazzi hanno fatto quello che gli ho chiesto. Siamo stati coraggiosi giocando alti, dobbiamo rischiare anche di più nei passaggi. Siamo in fondo alla classifica e dobbiamo rischiare qualcosa per poter fare punti. Oggi siamo riusciti a rimetterla in sesto ma non sarà sempre così, dobbiamo essere più cattivi“.

SULLA MENTALITA’: “Ho schierato calciatori nuovi che sicuramente ancora devono inserirsi al massimo ma abbiamo iniziato con troppa paura. Questo non deve accadere, nel nostro DNA non deve esistere la paura. Dobbiamo recuperare e dunque correre più degli altri, lottare più degli altri. Già martedì rivedremo il primo tempo per correggere gli errori. La settimana è corta perché giochiamo sabato, ci aspetta una gara tosta. Dobbiamo prepararci mentalmente soprattutto, la paura va lasciata fuori dal campo“.

Anche l’autore del gol del pareggio degli amaranto Alessandro Di Paolantonio ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della sfida Ravenna-Arezzo:

SUL GOL: “Per me il gol è stata una liberazione. Oggi giocavo più avanzato, avevo libertà di movimento, di svariare per tutto il campo. Sono stato bravo a trovarmi lì e riuscire a metterla dentro“.

SULL’ANDATURA DELLA GARA: “Il rammarico è per il primo tempo soprattutto alla luce di come abbiamo giocato il secondo. Quello della prima frazione non è il vero Arezzo, il gol ci ha tagliato un po’ le gambe ma siamo stati bravi nella ripresa a rimetterla in piedi. I nuovi innesti ci hanno dato un grande mano e anche con quelli che arriveranno miglioreremo ancora. Peccato partire sempre in svantaggio, se riuscissimo a passare in vantaggio noi magari potremmo anche portare a casa il bottino pieno. Ripartiamo dal secondo tempo dove il Ravenna non ci ha creato problemi. Bravi tutti quelli che sono entrati anche, con la testa giusta. Adesso dobbiamo fare punti, non possiamo restare ancora in fondo“.

LEGGI ANCHE: Covid: oltre un miliardo di ricavi in meno a causa della pandemia

Foto: profilo Facebook ufficiale S.S. Arezzo

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads