Catanzaro , la maledizione dei rigori : a secco dalla trasferta di Trapani

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Continua la maledizione dei rigori per il Catanzaro. Se l’attacco ha trovato l’intesa e l’equilibrio grazie alle ottime prestazioni di D’Ursi, Giannone , e Casoli , la media realizzativa della squadra giallorossa dal dischetto continua a scendere vertiginosamente. L’ultimo rigore messo a segno dalle aquile risale allo scorso 17 novembre nella sfida casalinga contro il Rietie allora fu Mamadou Kanoute a segnare il goal dagli undici metri. L’ultimo errore dal dischetto in casa della Juve Stabia , con Giannone che fa un orribile pallonetto che viene neutralizzato senza problemi da Branduani evidenza tutti i problemi dal Catanzaro dagli undici metri.

Tutto ebbe inizio quando nacquero polemiche continue per la mancanza dei rigori in casa giallorossa : prima del rigore trasformato da Kanoute contro il Rieti, il penalty in casa Catanzaro era mancato da 20 giornate e 9 mesi.

Il rigore trasformato Mamadou Kanoute contro il Rieti photocredits : Romana Monteverde

Prima del rigore sbagliato ieri da Giannone, ilCatanzaro aveva usufruito di due penalty lo scorso 26 dicembre nella sfida di Trapani il primo penalty fú trasformato da Kanoute ma il secondo rigore dell’ ex Benevento fu parato da Dini .

Mister Auteri in questo turno di riposo oltre che a recuperare i calciatori infortunati dovrà scegliere insieme alla squadra il nuovo specialista dagli undici metri e dovrà allo stesso tempo recuperare psicologicamente lo stesso Giannone dall’errore di ieri dagli undici metri.

La squadra va a prendersi l’applauso dei 320 tifosi giallorossi photocredits : RomanaMonteverde

Photocredits immagine di evidenza : ufficio stampa Juve Stabia

COMMENTA L'ARTICOLO