Catanzaro : Il punto sul mercato

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Il direttore sportivo delle aquile Pasquale Logiudice potrebbe far arrivare a Catanzaro giocatori over 30 per aumentare l’esperienza, di un gruppo che saluterá alla scadenza i veterani Cunzi e Sabato alla quale si aggiungeranno probabilmente Nordi e Infantino.

Ci saranno quattro innesti o forse cinque. Due di questi potrebbero arrivare da Trapani – il centrocampista Corapi ( ‘ 85) e il difensore Drudi (’87) – uno dal Matera, il centrocampista Casoli (’88) , l’altro dal Pisa , l’attaccante Negro (’88).

Il Catanzaro opta anche calciatori under nati dopo il 1 gennaio del 1996. Tra questi c’è anche il centrocampista scuola Inter Demetrio Steffé . Centrocampista di 22 anni, anche lui è in forza al Trapani ma a differenza dei suoi due compagni squadra è in scadenza di contratto. Il calciatore triestino dovrebbe integrarsi bene al 3-4-3 di Auteri. Nonostante la giovane età, vanta un buon curriculum in serie C dopo tre buone annate con le maglie di Savona, Teramo, Siena e Trapani.

Un altro giocatore under che sta seguendo il Catanzaro è Lorenzo Di Livio (’97) cresciuto nel settore giovanile della Roma , ma le possibilità che finiscono in Serie Buon sono molto alte e di conseguenza quelle del Catanzaro molto ridotte. Nella lista under potrebbero ritornare Nicoletti (’98) e Riggio (’96) già in prestito dal Crotone lo scorso campionato. Logiudice ha richiesto da un paio di tempo i due calciatori alla società pitagorica, i pitagorici stanno aspettando il nuovo allenatore per dare una risposta, il loro ritorno al “Ceravolo ” non è così scontato.

Piacciono molto al Catanzaro il portiere Perina ( Cosenza ) , il difensore centrale Atanasov (Viterbese ), il terzino Squillace ( Sicula Leonzio ) , l’ala Sandomenico ( Juve Stabia ) , l’ esterno offensivo D’ Ursi ( Bisceglie ) , gli attaccanti Murano (Trapani ), Polidori ( Pro Vercelli ) e Caturano ( Lecce ).

Per sostituire il partente Nordi , il Catanzaro segue Golubovic che tra due settimane si svincolerá dal Matera e Forte del Rende. A proposito di quest’ultimo il presidente del Rende Coscarella ha assicurato che se lo terrebbe volentieri nel caso in cui la Casertana non riuscirebbe a riscattarlo. È una strategia di mercato per alzare il prezzo ? Può darsi, la società giallorossa non parteciperà ad aste.

COMMENTA L'ARTICOLO