Arezzo-Sambenedettese 2-3, Camplone: “Sconfitta immeritata. Arbitri? Serve rispetto”

arezzo camplone
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Al termine della sfida tra Arezzo e Sambenedettese, valida per la decima giornata del Girone B di Serie C, che ha visto gli ospiti portare a casa il bottino pieno con il risultato finale di 3 a 2, ha parlato Andrea Camplone, allenatore degli amaranto. L’Arezzo resta al penultimo posto della graduatoria con 6 punti in 11 giornate, la Sambenedettese resta in zona play-off al settimo posto con 21 punti con due giornate in più. Queste le sue dichiarazioni al termine della gara:

SULLA PARTITA: “Sconfitta immeritata, abbiamo fatto una grande partita. Loro hanno una rosa importante, hanno calciatori molto forti. Sapevamo non fosse facile contro la Sambenedettese, è stata una partita giocata bene da entrambe le squadre, purtroppo per una nostra disattenzione abbiamo pagato oggi, buttando via 90 minuti di lavoro“.

SUL RISULTATO DELUDENTE: “Siamo ordinati e attenti, abbiamo sofferto insieme, dimostrando di saperlo fare e inoltre siamo stati bravi a pungere segnando due volte, rimontando gli avversari. Peccato tornare a casa con 0 punti oggi, l’Arezzo oggi avrebbe meritato il pareggio. Domani ci rivedremo e purtroppo non saremmo soddisfatti a causa della sconfitta, nonostante la partita da parte nostra sia stata buona“.

SULL’ARBITRAGGIO: “La terna oggi non era molto affiatata, spesso l’arbitro diceva una cosa e l’assistente un’altra… Comunque è inutile stare a recriminare, devono avere tutti rispetto e non fare preferenze perché noi siamo in fondo alla classifica e loro in alto. Devono fare le cose giuste“.

SULLE DIFFICILI CONDIZIONI CAUSA COVID: “Ci siamo fatti l’abitudine a giocare ogni 3 giorni ma sinceramente questa cosa non mi piace affatto. La Lega sa benissimo cosa ha passato l’Italia intera, cosa abbiamo passato noi dell’Arezzo a causa del Covid e comunque ci fa giocare ogni 3 giorni. Noi allenatori non abbiamo la bacchetta magica che possiamo negativizzare i giocatori. Non è facile centellinare gli allenamenti e i calciatori stessi, ma a nessuno frega nulla. Ci salveremo ma dobbiamo essere più cattivi in campo“.

Foto: profilo ufficiale Facebook S.S. Arezzo

COMMENTA L'ARTICOLO