Arezzo, presentazione De Vito: “Motto è sbagliare il meno possibile. A breve ci saranno ufficialità”

Sorry! You are blocked from seeing ads

L’Arezzo ha presentato oggi durante la conferenza stampa dedicata, Vincenzo De Vito, nuovo responsabile dell’area tecnica, che lavorerà in collaborazione con il già presente Roberto Muzzi, responsabile del settore giovanile. Alla conferenza hanno partecipato i due dirigenti sopracitati, insieme a Fabio Gentile, presidente degli amaranto. Queste le parole di Vincenzo De Vito durante la conferenza stampa di presentazione da nuovo dirigente dell’Arezzo:

SUI PRIMI GIORNI AD AREZZO: “Ripartiamo da capo, nonostante abbia dei problemi a casa con mia madre, ho deciso di accettare per la bontà del progetto. Dal punto di vista economico c’è solidità e voglia di fare bene qui ad Arezzo. Ho potuto verificare tutto questo in questi ultimi giorni. Collaborare con Muzzi sarà un piacere, ha idee chiare, nel calcio ha fatto grandissime cose. Siamo già al lavoro per l’Arezzo“.

SU COME TROVA L’AREZZO: “Abbiamo tanti giocatori in rosa e dovremo sfoltire, però intanto giochiamo tra 6 giorni contro il Ravenna. Cercheremo di fornire a Mister Camplone calciatori adatti a ridurre il gap. Non dobbiamo farci prendere dall’ansia e dalla fretta. Il motto sarà sbagliare il meno possibile, solo così riusciremo a salvare l’Arezzo che per noi significherebbe come uno Scudetto in questo momento. Lavoriamo in maniera sinergica con Muzzi e Camplone per rinforzare ogni reparto. I ragazzi hanno avuto enormi difficoltà anche per la pandemia, e nonostante tutto hanno sempre combattuto. Il Mister non ha mai avuto tutti gli elementi per risalire la china, tra infortuni e positività“.

SUI PROSSIMI ARRIVI NEL MERCATO: “Dobbiamo integrare sia difesa che centrocampo e attacco. Fin quando non ci sono firme non dirò niente su nomi nuovi, però potrebbero a breve esserci delle ufficialità. Vogliamo calciatori motivati, che possano dare una mano. Sbraga e Altobelli comunque dovrebbero arrivare a breve, le trattative sono a buon punto“.

SUL LAVORO DELLA SOCIETA’: “La società ci mette in condizione di fare bene e questo significa tanto.  Abbiamo tutti i mezzi per poter risalire la classifica e poter portare elementi validi ad Arezzo. La priorità è prendere calciatori pronti ma è molto difficile trovarli. La società ci dà una grossa mano a livello economico. Noi dobbiamo dare tutto per poter effettuare questo restyling e tirare la volata fino alla salvezza“.

SULL’ATTACCO: “Inutile nasconderci, dobbiamo rinforzare l’attacco. Abbiamo fatto i complimenti a Zuppel per quello che ha fatto ma dobbiamo acquistare due attaccanti. Uno mi auguro arrivi a breve, poi vediamo l’altro nei prossimi giorni“.

SUI GIOVANI: “Siamo in una situazione emergenziale, diamo atto al gruppo, ai giovani interessanti che abbiamo. Ora come ora dobbiamo acquistare calciatori pronti, per il futuro penseremo anche ai giovani, dobbiamo salvarci e abbiamo poco tempo. Il settore giovanile lavora bene, possiamo crescere tanto. Valorizziamo intanto ciò che abbiamo in rosa. Vogliamo fornire all’allenatore elementi idonei per il momento.

SUL BILANCIO: “Ho sempre lavorato con società che tengono d’occhio il bilancio, vogliamo spendere bene. Stiamo valutando con Mister Camplone per rafforzare la squadra, faremo tutto il possibile per far salvare l’Arezzo. Lavoriamo sempre al massimo e sappiamo di avere grossa responsabilità“.

SULLE CESSIONI: “Cerchiamo di parlare con gli agenti e i ragazzi in caso di cessioni, per fargli capire che se non sono adatti all’Arezzo in questo momento, non siano funzionali adesso da noi, non significa che non siano bravi giocatori o che possano fare bene altrove“.

Al termine della conferenza stampa di presentazione di Vincenzo De Vito, la chiosa finale del responsabile del settore giovanile, Roberto Muzzi, sul giovane attaccante Diego Zuppel: “Zuppel mi piace molto, è un combattente. Solo un 2002 ma non ha paura di niente, va su tutte le palle, combatte. Un ragazzo umile, che lavora tanto. Mi fa ben sperare per il futuro“.

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads