Arezzo-Legnago 1-1, Camplone: “Ci accontentiamo del punto. Arbitraggi strani”

arezzo camplone
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Termina con il punteggio di 1-1 la sfida tra Arezzo e Legnago di scena al “Città di Arezzo“. La sfida, valevole per la 17esima giornata del Girone B di Serie C, ha visto passare in vantaggio gli ospiti con Luppi al 35′ e gli amaranto recuperare nel finale di gara con un calcio di rigore trasformato dal solito Aniello Cutolo. L’Arezzo resta all’ultimo posto in classifica con 9 punti fin qui conquistati, mentre il Legnago rimane fuori dalla zona play-out al 14° posto con 18 punti. Nel post partita ha lasciato alcune dichiarazioni Andrea Camplone, tecnico dell’Arezzo:

SULLA PARTITA: “Fino al gol non avevamo subito neanche un tiro in porta, poi come al solito ci complichiamo la vita da soli. Sapevamo che loro pressano molto, che lanciano molti palloni in avanti e attaccano con molti uomini, purtroppo abbiamo preso gol su un nostro errore. Peccato perché dopo un primo tempo in cui siamo stati impauriti nel secondo siamo riusciti a schiacciarli e alla fine il pareggio è giusto, anche se forse potevamo fare qualcosa in più e portare a casa i tre punti. Ci dobbiamo accontentare del punticino, andiamo a casa adesso a riposarci sia fisicamente che mentalmente“.

SULL’ARBITRAGGIO: “Gli arbitraggi sono stati un po’ strani ultimamente, non saprei giudicarli… Ci sono stati tanti episodi che ci hanno penalizzato nelle scorse gare, anche oggi credevo andasse allo stesso modo. Non è stato visto un fallo di mano palese poi forse ha compensato nel finale. Sarebbe da rivedere un intervento su Zuppel da dietro, forse poteva starci il fallo… Prendiamoci comunque il pareggio e cerchiamo di goderci le feste e tornare alla ripresa con la mente libera. Dobbiamo riprendere cercando di essere più cattivi e soprattutto cinici, il girone di ritorno sarà un altro campionato“.

Al termine della gara tra Arezzo e Legnago ha parlato anche il difensore amaranto Nicolò Cherubin:

La fatica si è fatta sentire, devo essere sincero, però non deve essere un alibi. Siamo contenti del punto guadagnato ma non siamo soddisfatti della partenza in campionato. Abbiamo grande voglia di rifarci, andremo in vacanza per ricaricare le batterie e torneremo carichi per la ripresa. Dobbiamo lavorare tanto sul campo, non ne abbiamo sempre avuto la possibilità, soprattutto in difesa dove facciamo ancora qualche errore di troppo. Solo con lavoro, costanza e tempo riusciremo a trovare l’equilibrio giusto. Abbiamo le potenzialità per uscire da questa situazione“.

LEGGI ANCHE: Caos Covid-19 Casertana-Viterbese: nota del club laziale sui tamponi effettuati

LEGGI ANCHE: 17° giornata Serie C Girone A: Pro Sesto-Grosseto 1-2

Foto: profilo Facebook S.S. Arezzo

COMMENTA L'ARTICOLO