Arezzo-Fano 1-1, Camplone: “Puniti sull’unico errore, davanti ci manca qualcosa”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

L’Arezzo acciuffa il pareggio all’ultimo respiro contro il Fano nello scontro diretto per la salvezza andato in scena al “Città di Arezzo“, valevole per il recupero della 12a giornata del Girone B di Serie C. Gli amaranto fanno la partita ma subiscono il gol dello svantaggio e sono costretti a recuperare. Allo scadere ci pensa il subentrato Aniello Cutolo a firmare la rete che vale l’1-1 finale. L’Arezzo resta ultimo in classifica con il Fano che mantiene invariato il vantaggio di 3 punti restando al terzultimo posto. La testa va ora alla trasferta di Pesaro, con la gara in programma questa domenica alle ore 15:00. Al termine di Arezzo-Fano, ha parlato il tecnico degli amaranto Andrea Camplone:

SULLA PARTITA: “Ci sta dicendo male, al primo errore ci puniscono. Squadra brava a stare in partita, abbiamo concesso pochissimo, solo l’occasione del gol in cui abbiamo avuto una lettura sbagliata. Abbiamo fatto una grande partita e non posso rimproverare nulla alla mia squadra“.

SULLE ASSENZE: “Sappiamo che mancano due giocatori importanti. Non possono giocare sempre gli stessi, devo fare delle rotazioni. Cutolo l’ho fatto entrare a partita in corso aveva grande passo rispetto agli altri già in campo, ha colpi e può darci una mano anche partendo dalla panchina. Lo devo gestire perché non è più giovanissimo. Di Paolantonio ha giocato subito appena arrivato,  ma senza aver fatto preparazione ha subito un calo sia mentale che fisico. Ora si sta ritrovando“.

SULL’ATTACCO: “Davanti ci manca qualcosa con Pesenti fuori. Zuppel è un ragazzino, Di Nardo ha giocato poco. Stiamo pressando molto i giovani, anche un po’ troppo, comunque danno sempre il loro contributo“.

SUI PROSSIMI IMPEGNI: “Dobbiamo archiviare questo pareggio e tenere ciò che di buono abbiamo fatto. Sono tutti scontri diretti e la squadra lo sa, dobbiamo fare più punti possibili per rimanere attaccati al treno salvezza. Con la sosta, che poi sono circa 7-9 giorni, non abbiamo molto tempo per fare una mini preparazione ma almeno ci libereremo un po’ di testa, potremo staccare un po’ la spina. 9 partite in 28 giorni sono proprio tante, non abbiamo mai staccato, domani di nuovo allenamento che rigiochiamo domenica“.

Al termine della gara Arezzo-Fano, hanno parlato anche il centrocampista Alessandro Di Paolantonio e l’attaccante Aniello Cutolo, autore del gol dell’1-1 finale per gli amaranto:

DI PAOLANTONIO: “Abbiamo spinto molto nel secondo tempo contro un Fano un po’ remissivo, venuto qui per il pareggio. Hanno trovato un gran gol nel primo tempo e noi dando il massimo siamo riusciti a pareggiare. Ci abbiamo creduto fino al 95′ e questa volta siamo stati premiati. Abbiamo dato il tutto per tutto, partita difficile con il Fano abbottonato dietro, ma alla fine questa volta la fortuna ci ha premiato“.

CUTOLO: “Sarebbe stato un peccato perdere oggi con un solo tiro subito in porta. Non possiamo permetterci neanche di fare mezzo errore. La partita poi l’abbiamo interpretata bene e alla fine siamo stati premiati per avere cercato il punto fino alla fine, giocando anche bene tecnicamente. Degli arbitri non parlo, penso che oggi meritavamo la vittoria per ciò che abbiamo fatto sul campo. Abbiamo recuperato la partita ma avremmo meritato di vincere. Il Fano non ha fatto altre azioni oltre al gol, dobbiamo concedere ancora meno , domenica abbiamo un’altra diretta concorrente e dobbiamo fare più punti possibili, Da gennaio inizia un nuovo campionato, lavoreremo per avere una condizione migliore. Non mi piacciono le scuse ma certo avremo tempo di mettere benzina per riuscire a salvare l’Arezzo“.

LEGGI ANCHE: Riapertura stadi, queste le parole del direttore dell’ospedale Sacco di Milano

LEGGI ANCHE: Serie C, Ternana ad un passo dal record di vittorie consecutive

Foto: profilo Twitter Arezzo Web

COMMENTA L'ARTICOLO