Arezzo, Camplone: “Senza “settimana tipo” difficile ma niente alibi, daremo il massimo”

conferenza stampa arezzo camplone
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Andrea Camplone, allenatore dell’Arezzo, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Modena, in programma domani alle ore 17:30 al “Città di Arezzo“. Gli amaranto sono reduci dal pari a reti bianche sul campo della Fermana, un risultato utile che però non ha impedito la discesa all’ultimo posto del Girone B di Serie C. L’obiettivo è quello di fare punti vitali per non crollare definitivamente, ma non sarà facile contro la difesa migliore del campionato a pari merito con il Südtirol. Queste le parole di Andrea Camplone, tecnico dell’Arezzo, in conferenza stampa:

SULLA GARA CONTRO LA FERMANA: “Le indicazioni che arrivano dal match di Fermo sono che abbiamo sofferto poco in difesa, ci siamo coperti bene. Non abbiamo preso gol anche se  di contro abbiamo creato pochissimo. Siamo in un momento delicato, dobbiamo avere delle certezze, con la difesa a 3  abbiamo concesso poco, ma certo dobbiamo segnare per fare punti“.

SUL MODENA: “Il Modena gioca un bel calcio, fatto di possesso palla, sono una squadra spensierata, attaccano bene e si inseriscono. Giocano con la testa libera al contrario nostro. A me piace giocare sempre a viso aperto e creare tante occasioni da gol, adesso però ho bisogno di dare sicurezza alla squadra e trovare certezze, a partire dalla difesa. Il 3-5-2 modulo variabile puoi farlo difensivo ma anche più offensivo. Dobbiamo metterci la testa e ci vuole dinamismo“.

SUL MOMENTO DELLA SQUADRA: “Abbiamo lavorato su noi stessi e sul Modena, dobbiamo entrare con la testa giusta, ogni partita sarà una battaglia. Ci aspettano 4 partite importanti, mi aspetto un prosieguo di quello visto a Fermo, dobbiamo continuare a difenderci bene ma dobbiamo anche creare. Concederemo qualcosina attaccando con più uomini ma abbiamo lavorato molto sulle chiusure difensive. I sortilegi non ci sono, dobbiamo essere propositivi per raccogliere, abbiamo troppe paure. I giocatori importanti ci sono, l’Arezzo è una squadra forte. Stamattina ho fatto un discorso alla squadra. Abbiamo potenzialità ma dobbiamo metterla in campo, dobbiamo costruire mentalità vincente. Possiamo fare fatica contro le grandi ma con le piccole abbiamo la squadra per vincere sempre“.

SUL CENTROCAMPO: “Possiamo fare tutto a centrocampo, i calciatori devono calarsi nel ruolo, ho cambiato ruolo a diversi calciatori devono saper fare più ruoli ma devono avere apertura mentale. Non è facile portarli a fare qualcosa di diverso, giocatori devono essere disponibili al cambiamento. Io stesso durante la mia carriera da calciatore da ala destra sono passato a terzino sinistro, se vuoi cambiare puoi farlo“.

SUGLI INDISPONIBILI: “Gli indisponibili sempre gli stessi, in più si è fermato Kodr“.

SULLA CORSIA DI SINISTRA: “Belloni o Benucci deve esserci sempre spinta. Abbiamo messo Belloni l’ultima volta per avere più spinta ma anche lui ha difeso molto, perché la squadra era molto basso. Nell’1 vs 1 ci può dare qualcosa in più e darci la superiorità numerica. Ad oggi abbiamo due soluzioni, Nader è rientrato ieri ma non so se lo convocherò, aveva contrattura, non voglio rischiarlo sicuramente“.

SUL GIOCO CON IL NUOVO MODULO: “Se stiamo nella metà campo nostro devono essere i centrocampisti a fare la giocata, il play o la mezzala, se ci apriamo bene sulle fasce possiamo allargare le difese avversarie e al contempo attaccare al centro, sfogandoci sulle fasce. Dobbiamo migliorare in fase di possesso, adesso stiamo cercando una solidità difensiva, abbiamo provato tutto in allenamento vediamo cosa succede nel test di domani. Il 3-5-2 può diventare molto utile offensivamente se giocato in un certo modo“.

SUGLI OBIETTIVI: “Vogliamo fare il massimo sempre, non andiamo per pareggiare o perdere. Sappiamo di aver bisogno di punti, la testa non è quella che dovrebbe essere, cerchiamo di portare tutti i punti che possiamo. La mentalità vincente dobbiamo trovarla, i nostri tifosi brontolano giustamente ma abbiamo bisogno di tutti per restare uniti. Fare calcoli è da pazzi“.

SUL GIOCARE OGNI TRE GIORNI: “Abbiamo fatto 5 partite consecutive senza fermarci, siamo consapevoli del momento, nessuno si tira indietro e non cerchiamo alibi. Ci mancano ancora 4 partite da affrontare senza aver mai fatto una settimana tipo, cerchiamo di tirare fuori il massimo da tutti ma senza settimana tipo è molto difficile. Apprendiamo molte cose tutte compresse, non deve essere un alibi dobbiamo scendere in campo e dare il 100 per cento ci accontentiamo di quello che esce in ogni caso ma andiamo in campo per i tre punti“.

Foto: profilo ufficiale Facebook S.S. Arezzo

COMMENTA L'ARTICOLO