Arezzo, Camplone: “Samb ha campioni, ma concedono. Cerci ci serve solo se è Cerci”

arezzo camplone
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Vigilia di match contro la Sambenedettese per l’Arezzo di Andrea Camplone, reduce dalla prima vittoria stagionale sul campo dell’Imolese con il risultato di 0-2. Al “Città di Arezzo” si attende la formazione marchigiana con la voglia di conquistare ulteriori 3 punti, i quali consentirebbero agli amaranto di risalire la china dopo una partenza in salita. Dopo la liberazione della prima vittoria stagionale, l’Arezzo va a caccia della conferma tra le mura amiche. Mister Camplone, ha parlato in conferenza stampa, presentando la gara contro la Sambenedettese, valida per la 10° giornata del Girone B di Serie C, dopo il rinvio dello scorso 11 novembre:

SUL TOUR DE FORCE: “Le partite sono il nostro allenamento, non possiamo caricare troppo durante la settimana. Giocare ogni tre giorni è stressante ma non possiamo vedere l’aspetto mentale, pensiamo a quello fisico. Vincendo i giorni passano velocemente, ci danno carica mentale positiva“.

SULLA FORMAZIONE: “Rispetto a Imola faremo piccole modifiche, alcuni giocano sempre, qualcuno riposerà, però vogliamo mettere la migliore formazione perché dobbiamo fare punti, cambieremo qualcosa ma non molto. Valutiamo i ragazzi durante la settimana e decidiamo“.

SULLA DIFESA: “Cherubin è in ottime condizioni, ieri si è allenato sempre con la squadra. Causa Covid-19 ha perso ritmo partita ma recupererà. Questi sono momenti fondamentali, siamo contenti di non aver preso gol contro l’Imola, siamo sulla buona strada, dobbiamo confermare la prestazione. Benucci viene da un’ottima partita, mi ha dimostrato di stare bene, di entrare nei meccanismi, recupereremo gli assenti ma in questo momento è il migliore per il ruolo. Chiunque giochi dietro può impostare, possono impostare tutti da dietro, dobbiamo fare 1-2 passaggi, non abbiamo incombenze di questo tipo, tutti uguali dietro, non diamo punti di riferimento“.

SU FOGLIA E PESENTI: “Foglia e Pesenti li stiamo gestendo, non è facile. Foglia è stato molto male, Pesenti sta meglio ed è più avanti ma non vogliamo che si facciano male di nuovo, li gestiremo al meglio, centellinando, non hanno i 90′ minuti ancora“.

SU BORTOLETTI: “Non credo sia sottovalutato, non ha giocato per una contrattura in passato, non ho titolari né riserve, gioca chi sta bene, chi dà tutto durante la settimana. Se giochi titolare una volta non lo sei sempre, dobbiamo recuperare e dunque le scelte devono essere fatte per avere le migliori prestazioni in partita“.

SULLA SAMBENEDETTESE: “La Samb non è solo Maxi Lopez, giocano molto bene, hanno Botta e altri calciatori pericolosi. Non danno punti di riferimento, attaccano e si difendono tutti insieme, lasceranno qualche spazio, dobbiamo sfruttarli. Maxi Lopez importante, ma non è il solo. Botta è fortissimo, non dà punti di riferimento, occhio di riguardo verso questi campioni. Dobbiamo lavorare di coralità”. 

SULLE INSIDIE: “Dobbiamo lavorare tanto, sia a livello fisico che tattico , dobbiamo pressare meglio, siamo corti adesso, non è facile, aspettiamo, vogliamo fare la partita, essere aggressivi e sbarazzini, vogliamo lavorare da squadra. I pericoli sono mentali, non deve esserci appannamento per la vittoria fuori, dobbiamo dare continuità in casa. Ci vuole massima concentrazione e applicazione, loro hanno un’ottima squadra, sono in alta classifica, noi non possiamo sbagliare“.

SUL PIANO GARA: “La Sambenedettese è una squadra che lascia giocare, abbiamo qualità, si preparano situazioni  durante la settimana da sfruttare in partita, ci vuole tanta applicazion. I  nostri giocatori possono fare la differenza. Loro ti lasciano spazi che dobbiamo sfruttare“.

SUL CENTROCAMPO: “A centrocampo ruotiamo, lavoriamo su questo. Arini e Di Paolantonio ruotano spesso, normale che cambino anche durante la partita, a volte non lo fanno per niente ma quello dipende anche dalla partita, vengono trascinati dalla foga. Per me devono continuare a scambiarsi il ruolo, continueranno a lavorare“.

SU SUSSI: “Sussi deve crescere, ma lo prendiamo in considerazione, ha corsa, se capisce i momenti della partita e fale scelte giuste può fare la differenza. Ragazzo giovane, siamo qui per farlo crescere“.

SU CERCI: “Cerci giocherà quando sarà pronto, inutile che ci sia se non salta l’uomo o se cammina. Potrebbe tornare dalla prossima ma vedremo in allenamento. Quando gioca deve farci vincere la partita, inutile fargli fare 20 minuti, rischia solo di farsi nuovamente male. Lo stiamo facendo tornare in forma. Cerci ci serve solo se è Cerci“.

Foto: profilo Facebook ufficiale S.S. Arezzo

COMMENTA L'ARTICOLO