Serie C: Pari e patta nel derby tra Cosenza e Catanzaro

08 Aprile 2018 - 19:40 di

Termina con un pareggio  0 a 0,il derby di Calabria tra Cosenza e Catanzaro che non sono riuscite a superarsi. Alla fine ha vinto il nervosismo delle due squadre visto soprattutto nella prima frazione di gara e nella fase discendente il Catanzaro ha controllato senza mai farsi sopraffare da un Cosenza al di sotto delle attese della vigilia.Parte bene  il Catanzaro in avvio che cerca la conclusione con Spighi (3’) ma il tiro dalla distanza viene bloccato da Saracco. Sull’altro fronte Mungo si scontra con Nordi in uscita e l’arbitro seda il parapiglia con tre cartellini gialli. Il Catanzaro perde nel frattempo Sabato per infortunio e al 20’ il Cosenza è vicinissimo al vantaggio con Bruccini che mette una bella palla verso Pascali la cui battuta viene provvidenzialmente salvata da Nordi. La gara procede senza grossi sussulti con le squadre che lottano su ogni pallone con l’arbitro chiamato ad estrarre ben sette cartellini gialli nei primi 35’ di gioco. Non mancano rudezze e scorrettezze su entrambi i fronti. Nel finale di tempo succede poco col Catanzaro al tiro con Infantino che non centra lo specchio della porta e Mungo fermato in buona posizione per un  fallo di mani.

La ripresa è inizialmente bloccata. Braglia inserisce  nella mischia immediatamente Tutino e quindi Baclet ed Okereke alla ricerca del guizzo vincente. Le occasioni più limpide sono di marca rossoblù ma trovano l’estremo difensore giallorosso sempre attento, come al 13’ quando il portierone giallorosso anticipa Perez. Al 27’ mischia in area giallorossa, ma Okereke e Calamai vengono fermati dalla difesa giallorossa . Il Catanzaro resiste senza mai indietreggiare, perde Onescu cui viene sventolato il cartellino rosso in pieno recupero per un fallaccio su Baclet, e sui titoli di coda Nordi blocca una conclusione di Okereke portando a casa un punto fondamentale per la salvezza, mentre i tifosi del ‘Marulla’ fischiano la propria squadra.

 

Il tabellino:

COSENZA-CATANZARO 0-0
COSENZA (3-4-1-2): Saracco; Idda, Dermaku, Pascali; Corsi, Bruccini, Palmiero (1’ st Tutino), Calamai; D’Orazio (39’ st Ramos); Mungo (19’ st Okereke), Perez (19’ st Baclet). A disp.: Zommers, Pasqualoni, Boniotti, Collocolo, Camigliano. All.: Braglia.

CATANZARO (3-5-1-1): Nordi; Gambaretti, Di Nunzio, Sabato (19’ pt Riggio); De Giorgi (35’ st Falcone), Spighi, Maita, Onescu, Zanini; Marin; Infantino (12’ st Corado). A disp.: Marcantognini, Nicoletti, Cason, Van Ransbeeck, Sepe, Badje, Puntoriere, Cunzi, Letizia. All.: Pancaro.

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo.
Assistenti arbitrali: Rossi-Affatato.
AMMONITI: Nordi (Cz), Mungo (CS), Corsi (Cs), D’Orazio (Cs), Idda (Cs), De Giorgi (Cz), Infantino (Cz), Marin (Cz).
NOTE: spettatori circa 7000 di cui 460 ospiti per un incasso pari a 47000 euro. Corner 2-2. Recupero: pt 4’, st 4’. Al 36’ pt l’arbitro allontana dalla panchina del Cosenza De Poli, Fischetti e Pincente mentre al 31’ st vengono allontanati i massaggiatori del Catanzaro.

La sintesi della partita

 

ALTRE NEWS