HOME>SERIE B>Venezia-Benevento 2-3: decisivo Bandinelli per le Streghe.

Venezia-Benevento 2-3: decisivo Bandinelli per le Streghe.

Di Mattia Di Battista - il 14 Settembre 2018

Grazie ad una prestazione superba di Filippo Bandinelli (autore di una doppietta e un assist) il Benevento s’impone in casa del Venezia per 3-2 nell’anticipo serale della Serie BKT.

Più Benevento che Venezia nel primo tempo. Prima occasione per la formazione ospite al 10′: Improta prolunga di testa in area per Coda che tenta una conclusione a giro che sfiora il secondo palo. Al 18′ risponde il Venezia con una punizione insidiosa di Bentivoglio che passa sotto la barriera ma viene respinta con un gran riflesso da Puggioni. Al 23′ ancora Coda scambia al limite dell’area con Viola che prova il tiro, di poco alto sopra l’incrocio. I giallorossi legittimano il loro predominio, passando in vantaggio al 26′ con Bandinelli che scaglia in rete un bel cross di Ricci. I padroni di casa reagiscono ancora con una punizione di Bentivoglio al 38′, ma ancora grande risposta da parte di Puggioni. Al 44′ i sanniti, però, raddoppiano ancora con Bandinelli che su assist di tacco da parte di Coda, fa partire un tiro rasoterra da circa 25 metri che sbatte sul palo alla sinistra di Lezzerini e finisce in rete per il 2-0.

Il Venezia accorcia le distanze al 49′ del secondo tempo con un cross di Garofalo; il colpo di testa di Pinato viene respinto da Puggioni ma arriva Geijo che insacca sulla ribattuta. Gol illusorio perché il Benevento si porta sul 3-1 su una ripartenza: Bandinelli serve sulla sinistra Tello che segna con un tiro preciso. I lagunari non si arrendono, sfiorando il 3-2 al 56′ con un tiro in diagonale di Geijo sull’esterno della rete. Occasione che si ripresenta al 66′ per la squadra di Vecchi che usufruisce di un calcio di rigore per fallo di Maggio su Mariano: dal dischetto il neo entrato Citro trasforma, nonostante Puggioni avesse intuito la direzione della palla. Tuttavia, il Benevento riesce a contenere senza troppi affanni gli attacchi della squadra avversaria decisamente a trazione anteriore nell’ultimo quarto d’ora. Unico brivido al 92′ quando Marsura, servito da Mariano, fallisce un rigore in movimento con un tiro bloccato facilmente da Puggioni e, dopo cinque minuti di recupero l’arbitro fischia la fine dell’incontro.

Così a fine gara l’allenatore del Venezia Stefano Vecchi:«Nel primo tempo abbiamo avuto troppo timore reverenziale nei confronti del Benevento. Nel secondo tempo abbiamo dato tutto, peccato per alcuni episodi che non ci sono andati a favore. Non dobbiamo concedere nulla gli avversari perché altrimenti veniamo puniti com’è successo oggi».

Soddisfatto, invece, il tecnico dei sanniti Cristian Bucchi: «Abbiamo fatto un po’ tutto noi: fino a quando abbiamo giocato come sappiamo noi, siamo stati pericolosi. Poi nel secondo tempo siamo stati bravi a reagire dopo il gol subito e a riportarci avanti. Questo campionato è difficile e le partite bisogna chiuderle, però, nel complesso è stata una vittoria meritata».

Loading...