Monza, Brocchi dopo la sfida con il Pordenone: “Non si può parlare di episodi a favore o contro”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Il tecnico del Monza Cristian Brocchi ha rilasciato queste dichiarazioni al termine della partita vinta contro il Pordenone:

“Sono molto contento, i ragazzi hanno messo in campo una grandissima concentrazione. Hanno tenuto in mano il pallino del gioco, non era facile affrontare il Pordenone. Abbiamo giocato una buonissima partita. I numeri sono importanti, spesso e volentieri si tende a sminuire il campionato che stanno facendo questi ragazzi. Abbiamo tanti numeri importanti, sento spesso delle lamentele ma poi vado a vedere i numeri e siamo nelle prime posizioni in tante voci. Il campionato di B è difficile, conosciamo il nostro obiettivo: a volte facciamo fatica, ma se riusciamo a creare un clima positivo i ragazzi possono esprimersi meglio”.

L’espulsione di Carlos Augusto?
“Non si può sempre parlare di episodi a favore e contro. Finché non ci sarà il VAR in B ci saranno delle volte in cui va bene e in altre in cui ti va male. Alla fine si compensa tutto. Oggi a prescindere dagli episodi il Monza ha meritato il successo. Scozzarella ha fatto una grandissima partita, era da tanto che non giocava tre match in una settimana. Oggi mi sentirei di fare dei complimenti a Pirola, ha fatto una partita bellissima. Bisogna mettere in risalto queste cose. Ci sono dei meriti da parte di tutti visto che una squadra che sta lottando per la promozione fa giocare un ragazzo del 2002”.

Le rotazioni hanno pagato. Quanto conta avere una rosa simile?
“Abbiamo avuto diversi problemi, non si sa sempre quando il giocatore sta o meno bene. A volte le scelte sono fatte per esigenze fisiche. Penso che l’importanza nel gruppo sta in quelli che non partono dall’inizio, ti possono cambiare le partite. A volte qualcuno ha il muso, ma si gioca in 11 e ci sono 5 cambi, con equilibri e meriti”.

Leggi anche: Monza-Pordenone 2-0, il Tweet polemico della società friulana

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.com

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads