Legrottaglie, il Pescara valuta l’esonero: possibile un grande ritorno

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Legrottaglie-Pescara: amore al capolinea?

Nicola Legrottaglie è sulla graticola. L’allenatore del Pescara viene da una ripresa di campionato tutt’altro che entusiasmante per la sua squadra. Una sola vittoria nelle ultime quattro partite di Serie B. Un bottino magro che ha ricacciato gli abruzzesi a soli tre punti dalla zona play-outTant’è che nelle ultime ore, dopo la sconfitta contro la Cremonese, si parla di un possibile esonero per il giovane allenatore pugliese.

Rischio esonero per Legrottaglie

La notizia è stata riportata anche dal giornalista di Sky Sport Gianluca Di Marzio. Resta da capire se il presidente Daniele Sebastiani possa optare per l’esonero immediato oppure concedere ancora un’altra possibilità a mister Legrottaglie. In tal senso, la prossima partita contro il Perugia diventerebbe decisiva. Arrivato a gennaio al posto del dimissionario Luciano Zauri, l’ex calciatore di Juventus e Milan è stato promosso dalla Primavera alla prima squadra del Pescara. Quattro vittorie in dodici partite, questo è il suo bilancio finora sulla panchina biancazzurra. Certo, la squadra ha degli evidenti limiti e anche l’allenatore è alle prime armi ma si sa che nel calcio contano i risultati.

Duello tra Sottil e Zeman in caso di cambio allenatore

Sempre Gianluca Di Marzio, riporta che in caso di esonero per Nicola Legrottaglie, sarebbero due i candidati per la successione sulla panchina del Delfino. Da un lato il giovane Andrea Sottil, reduce da una buona esperienza con il Catania conclusasi per le vicissitudini societarie degli etnei. Dall’altro lato, invece, si potrebbe profilare un altro clamoroso ritorno di  Zdeněk Zeman. Il boemo non allena dalla stagione 2017/18 dopo essere stato richiamato sulla panchina degli abruzzesi nella stagione precedente, al posto di Massimo Oddo. Una scelta che farà discutere certamente la piazza.

FOTO: Pescara Calcio Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO