Foggia super, travolta la Cremonese nell’anticipo della 16° giornata.

14 Dicembre 2018 - 22:53 di [ Articolo letto: 67 volte ]

Un Foggia devastante supera la Cremonese con un netto 3-1 nell’anticipo della sedicesima giornata di Serie B. Una vittoria importante per i pugliesi che aspettano l’arrivo del nuovo allenatore che sarà il foggiano D.O.C. Pasquale Padalino (presente stasera in tribuna).

La cronaca del primo tempo.

Partenza sprint del Foggia che dopo appena un minuto si rende pericoloso. Cross di Zambelli dalla destra deviato da Arini che carambola sui piedi di Mazzeo il quale non riesce a coordinarsi per il tiro a pochi passi dalla porta. All’11’ ancora Zambelli Crossa per Iemmello che colpisce di testa: incornata debole facilmente bloccata dal portiere della Cremonese Ravaglia. Al 14′, i satanelli segnano ancora con un cross di Zambelli deviato da Marconi che finisce su piedi di Mazzeo che insacca in rete tutto solo.

La Cremonese prova a reagire. Al 20′ Carretta serve Paulinho che calcia in area: conclusione debole e centrale. Poco dopo, ancora Paulinho ci prova con un tiro dalla distanza deviato in corner da Bizzarri. Proprio sul corner, la Cremonese pareggia al 22′ con Mogos che devia in rete di testa la sponda di Claiton ed è 1-1. La partita è molto combattuta. Al 35′ è il Foggia a sfiorare il secondo gol con un diagonale di Iemmello di poco a lato. Gol che arriva arriva al 39′ con una solita potentissima punizione di Oliver Kragl che sorprende il portiere grigio-rosso Ravaglia sul suo palo. Tre minuti dopo, altra sassata questa volta di Gerbo che si stampa sulla traversa sulla cui respinta è lesto Iemmello che insacca di testa per il 3-1 dei foggiani. Vantaggio meritato per i Satanelli dopo un primo tempo di grande intensità.

La ripresa: il Foggia gestisce la gara.

Rossoneri che partono all’arrembaggio anche nei minuti iniziali del secondo tempo mettendo in difficoltà più la difesa della Cremonese. Al 57′ Iemmello tira da posizione defilata ma Ravaglia respinge. Nel frattempo l’atmosfera sugli spalti si fa più dimessa: si diffonde la notizia che i tifosi cremonesi non sono entrati allo stadio poiché durante il viaggio è deceduto un sostenitore dei grigio-rossi. Per solidarietà, la tifoseria foggiana sospende i cori e toglie gli striscioni, assistendo alla partita in religioso silenzio. Un gesto di grande educazione e civiltà.

La gara prosegue nonostante la triste notizia. La Cremonese cerca una reazione facendo possesso palla, ma senza creare grossi problemi alla retroguardia dei padroni di casa che gestiscono il pallone senza troppi patemi. Al 71′ ci prova Martinelli dal limite, ma la sfera si spegne sul fondo. Due minuti dopo, si vede la Cremonese: cross dalla sinistra di Migliore e colpo di testa da parte di Paulinho. Palla alta sulla traversa. I grigio-rossi, però, sembrano sembrano non crederci più di tanto, forse anche per le notizie che l’atmosfera sugli spalti dopo la notizia della morte di un loro tifoso. Gli ultimi dieci minuti più i cinque di recupero sono di pura accademia fino al fischio finale che consegna tre punti importantissimi ai Dauni. Da segnalare solo un colpo di testa in tuffo di Paulinho neutralizzato da Bizzarri al 93′.

TABELLINO

Foggia (3-5-2): Bizzarri; Tonucci, Martinelli, Ranieri; Zambelli (72′ Cicerelli), Gerbo, Agnelli, Busellato (77′ Rubin), Kragl; Iemmello (86′ Galano), Mazzeo. A disposizione: Sarri, Noppert, Loiacono, Carraro, Cicerelli, Galano, Rubin, Boldor, Arena, Gori. Allenatore: Gaetano Pavone.

Cremonese (4-3-1-2): Ravaglia; Mogos, Claiton, Marconi, Migliore; Boultam (84′ Emmers), Greco, Arini; Castrovilli (69′ Perrulli); Carretta (51 ‘Strefezza), Paulinho. A disposizione: Agazzi, Volpe,  Krešic, Piccolo, Perrulli, Strefezza, Del Fabro, Terranova, Emmers, Renzetti. Allenatore: Massimo Rastelli.

AMMONITI

12′ Martinelli (Foggia), 23′ Boultam (Cremonese), 59′ Zambelli (Foggia), 71′ Perrulli (Cremonese), 79′ Migliore (Cremonese), 87′ Greco (Cremonese), 90’+5 Tonucci (Foggia).