Vince l’Atalanta. 1-0 contro il Bologna. Gasperini: “Non meritavo l’ espulsione”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Vince l’Atalanta: la risolve ancora Muriel

L’ Atalanta vince a fatica contro il Bologna di Mihajlovic, che tiene testa ai bergamaschi per tutta la gara. Primo tempo in equilibrio con occasioni per entrambe le squadre, che però non riescono a sbloccare la partita. Nella ripresa entra Muriel che sblocca la partita firmando il suo 18esimo gol in Serie A. Con questa vittoria i bergamaschi scavalcano l’Inter, portandosi a -6 dalla Juventus.

Le parole di Gasperini:

Cosa è successo con Mihajlovic?
“Sorvoliamo subito. Parliamo del resto che è stata una partita difficile. L’Atalanta è una squadra corretta sempre, non ero io che dovevo andare fuori”.

Un’altra tappa di avvicinamento alla Champions quella di oggi?
“Il Bologna ha giocato bene la prima mezz’ora e come spesso ci accade partiamo a rallentatore. Poi piano piano siamo venuti fuori, menomale che le partite durano novanta minuti e abbiamo vinto meritatamente”.

E’ la forza della squadra poter contare sulla panchina?
“Non abbiamo una panchina lunghissima, ma di qualità. Abbiamo ragazzi che si allenano con noi, hanno esordito e stanno facendo bene con noi. Io ho un numero di titolari assolutamente affidabili”.

La preoccupano gli infortunati?
“Palomino ha avuto i crampi. Zapata ha subito una contusione forte, ma quella che preoccupa un po’ di più è la botta subita da Djimsiti”.

Sarà difficile mantenere questa concentrazione fino alla fine?
“Sarà fondamentale. Nella prima parte del match abbiamo sbagliato molto dal punto di vista tecnico. Quando siamo diventati più sereni il Bologna ha faticato di più e la squadra ha trovato la sua strada. Ora ci sono tre strade per la preparazione: giocare il più possibile per mantenere la forma e dopo avremo 12 giorni in cui potremo pensare di fare un lavoro diverso. L’altra è quello di lasciare i giocatori a riposo una settimana. La terza è una via di mezzo tra le prime due”

Come sta Ilicic?
“Come ha detto prima Marino, bisogna aspettare. E’ chiaro che per noi è una gravissima perdita. Aumenta in modo esponenziale il nostro potenziale. Stiamo lavorando sperando di poterlo recuperare”.

Fonte foto: @atalantabc (Instagram)

COMMENTA L'ARTICOLO