Verona, Juric in conferenza: “Stiamo giocando bene ma serve un’altra visione. Non possiamo vendere sempre i migliori”

Ivan Juric, allenatore dell'Hellas Verona
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Di seguito le parole di Ivan Juric alla vigilia di Verona-Sampdoria

Siamo consapevoli di non essere forti. In questo momento stiamo facendo risultati e stiamo migliorando il gioco a tratti, con disponibilità totale da parte di tutti“. Queste le parole del tecnico del Verona, Ivan Juric, nella consueta conferenza stampa prima del match casalingo contro la Sampdoria.

Sugli infortunati: Favilli si è fatto male durante la partita, mi dispiace molto per questo ragazzo e lo devo ringraziare, perché ci ha dato una mano sui piazzati. Lui sicuramente mancherà, poi abbiamo qualche giocatore che non recupera dopo lo sforzo, e in questo modo non trovi continuità e certezze. Queste sono le cose ancora da vedere domani“.

Sulla gara: In questo momento stiamo provando soluzioni stanno andando bene, anche se non è il massimo della vita, perché a un allenatore piacciono le certezze. Io devo ringraziare i ragazzi, Tameze ha fatto tutti i ruoli al massimo delle sue possibilità. C’è grande disponibilità, e questo è importante. Poi ovvio che non voglia fare cazzate, voglio avere certezze, perché è così che si migliora il gioco“.

Sugli obiettivi stagionali: Non siamo al livello di Samp o Genoa, ma nemmeno vicini. Non è che i risultati nascondono tutto, non è così. Non è questa la strada, per me. Poi si sta creando un gruppo e stiamo facendo risultati, ma serve un’altra visione. Poi leggo delle plusvalenze, che secondo me non ci sono più, se vogliamo crescere. Bisognerebbe non vendere i migliori giocatori

Su Veloso e Ilic: Miguel ha fatto allenamento e mi sembra stia bene. È stato fuori a lungo e ha tante energie dentro. Non mi riferivo a lui quando parlavo di giocatori che non hanno recuperato. Magari con la Fiorentina bisognerà prestare attenzione con lui. Mi aspettavo di trovare qualche giocatore meglio“.

Su Dimarco: Lui giocherà domani. È cresciuto, sta facendo molto bene e in questo momento sta davanti, perché sta facendo bene sia da terzo che da quinto. Ha una consapevolezza maggiore rispetto all’anno scorso, e si vede sia in termini di assist e gol che in termini di partecipazione. Con lavoro e sacrificio è migliorato molto“.

Sull’attacco: “Dovrebbe giocare Di Carmine, a livello tattico può fare bene. A Roma non ha giocato per motivi tattici, ero molto contento delle sue prestazioni, nonostante lui viva per il gol. Se tutto va bene giocherà“, come riporta TMW.

LEGGI ANCHE: Genoa, Maran in conferenza: “Sogno? Non far soffrire i genoani”.

FOTO: Profilo Twitter Soy Calcio

COMMENTA L'ARTICOLO