Uruguay-Arabia Saudita 1-0: Anche la Celeste strappa un biglietto per gli ottavi

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Il gruppo A si è virtualmente “chiuso” quest’oggi alla Rostov arena, con l’Uruguay che esce vittorioso blindando il discorso qualificazione e guadagnandosi l’opportunità di giocarsi la vetta del girone contro la Russia lunedì 25.

 

 

CRONACA DEL MATCH

Quella dell’Uruguay è stata una vittoria nel segno della -come direbbe Daniele Adani- “Garra Charrua”, ovvero lo spirito di sacrificio, la grande tenacia e la innata determinazione che è presente in questo antico popolo sudamericano. Non è stata, invece, certo la vittoria del bel gioco e del calcio spettacolare: Le grandi giocate hanno infatti lasciato il posto per tutta la durata del match a falli, passaggi sbagliati ed interventi decisi dei difensori.

Gli uomini di Tabarez sin dalla prima metà del match hanno dimostrato una preoccupante difficoltà nella costruzione della manovra, ed una condizione fisica ancora leggermente in ritardo. Persino le stelle assolute Cavani e Suarez non sono riuscite a brillare, regalando due prestazioni incolori e prive di mordente. Dopo il gol del pistolero,arrivato ancora una volta da palla inattiva, La Celeste si è limitata a gestire con tranquillità il vantaggio, aiutata molto da una Arabia Saudita difficilmente commentabile: Nazionale quella araba che ha dimostrato di trovarsi in questa competizione quasi per caso, riuscendo a rimanere in partita fino alla fine ben più per demeriti avversari che per meriti propri.

Alla fine, come da pronostico, l’hanno spuntata gli uruguaiani che si giocheranno la testa del gruppo A con i russi.

 

TABELLINO DEL MATCH

Uruguay (4-4-2): Muslera; Varela, Gimenez, Godin, M. Caceres; C. Sanchez, Vecino, Bentancur, C.Rodriguez; Suarez, Cavani; Ct: Tabarez

Arabia Saudita (4-5-1): Al-Owais; Al-Burayk, Hawsawi, Al-Bulaihi, Al-Shahrani; Bahbri, Al-Faraj, Otayf, Al-Jassim, Al-Dawsari; Al-Muwallad; Ct: Pizzi

 

COMMENTA L'ARTICOLO