Ultras Verona,Luca Castellini: “Balotelli non potrá mai essere del tutto italiano”

Fonte foto: %author%

Luca Castellini, oltre ad essere la figura di riferimento degli ultras del Verona è anche coordinatore di Forza Nuova per il Nord Italia. In un’ intervista rilasciata a Radio Cafè spiega quanto successo durante Verona Brescia:” Balotelli l’anno prossimo non giocherà più a calcio, andrà in tv a fare la primadonna dell’antirazzismo. Appena era sotto la curva del Verona, ha deciso di farlo. Si infastidisce perché gli cantiamo Mario Mario e gli girano i coglioni, noi gliel’abbiamo messa in quel posto e ha fatto quella pagliacciata. Lui non ha sentito niente, come il commentatore di Sky né quelli a bordo campo. Balotelli ha gli euro nel cervello, lui vuole infamare e sfruttare Verona per il suo tornaconto. Noi un giocatore di colore, forte, lo abbiamo e ha deciso la partita ieri. Ci sono problemi a dire la parola negro? Mi viene a prendere la Commissione Segre perché chiamo uno negro? Mi vengono a suonare il campanello? Voi lo dite che negro non va bene. Mentana non ha sentito un cazzo, ha fatto il suo pezzo e via andare.
Le quattro mila persone in curva a Verona vanno allo stadio, non in piazza a prendere a calci in culo i neri. È la verità. Questo è folclore, è insulto al prossimo. Ieri razzismo non c’è stato. Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza, ma non potrà mai essere del tutto italiano. Quando vedo la nazionale francese con tutti neri, per me non è la nazionale francese”.

Fonte foto: Instagram Brescia