Torino, Nicola: “Il Covid non è una passeggiata, ma abbiamo una voglia matta di giocare”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Torna in scena il Torino. Dopo aver saltato le ultime due partite per i numerosi casi Covid, domani pomeriggio i granata se la vedranno con il Crotone per una partita che riserverà tanta pressione in ottica salvezza. Oggi ha parlato Davide Nicola in conferenza stampa:

Come state?

“Non me lo ha mai chiesto nessuno, è una domanda che apprezzo e assume un valore diverso. Sono stati giorni impegnativi, il Covid non è una passeggiata. Ma abbiamo voglia matta di ricominciare”

Ieri è stato il suo compleanno: 

“Mi ha fatto piacere il gesto dei ragazzi. E’ una famiglia che condivide gioie e dolori, è stato un momento molto bello che ho raccontato sui social”.

Com’è andata la preparazione? 

“Possiamo incidere su determinazione ed entusiasmo. Ho visto una voglia importante di riprendere il percorso, è ciò che vogliamo fare. E’ importante farlo con entusiasmo”.

Che lavori si possono fare da casa?

“E’ come chiedere a Hamilton di utilizzare la sua macchina nel giardino. Ma si può lavorare a livello individuale e sull’immaginazione di situazioni tattiche, abbiamo cercato di stimolare un po’ tutto e anche l’aspetto relazionale. Non sono stati troppi giorni, ma cinque giorni di inattività e tre di lavoro individuale ti fa perdere un po’ il ritmo”.

Vi siete compattati ulteriormente? 

“Il Crotone è un’altra tappa del percorso, dobbiamo riprendere ciò che avevamo fatto e migliorare ciò che ci serve migliorare. Sono sicuro che chi scenderà in campo a Crotone darà tutto anche per i compagni invischiati con il Covid. Vogliamo rappresentare al meglio tutti“.

La paura può dominare le due squadre?

“Mi aspetto una battaglia sportiva, so che tipo di squadra affronteremo. Noi a Cagliari e loro a Bergamo non sono gare che fanno testo, hanno sempre fatto del dinamismo e della voglia di lottare la loro caratteristica principale. Ci sarà tanta voglia di vincere”.

Come sta Sanabria? 

“Si è allenato con i compagni, sono certo che sarà utile già da Crotone. Vedremo come e quando, ma lo conosco e so cosa può darmi”.

Cambia qualcosa a livello psicologico questa classifica? 

“Assolutamente niente. Dobbiamo stare focalizzati sull’obiettivo finale: lavoriamo per raggiungere questo obiettivo. Bisogna restare concentrati e sereni”.

Fonte: TuttoMercatoWeb

LEGGI ANCHE: MILAN, INFORTUNIO MUSCOLARE PER REBIC: HA LASCIATO MILANELLO IN ANTICIPO

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads