TMW – Il Milan non è più Ibra-dipendente, senza lo svedese media punti più alta

Fonte foto: Profilo Twitter Milan

La provocazione lanciata da TMW, “Il Milan è più o meno forte con Ibra in campo?”, resta tale ma i numeri parlano di una realtà che pian piano si sta consolidando: se lo svedese prima dell’infortunio era imprescindibile (dieci gol in 6 partite), dopo lo stop il suo rendimento si è abbassato (4 gol in 7 partite) e il Milan ha imparato a fare da solo.

Numeri importanti, che parlano di un’involuzione del fuoriclasse svedese e che fanno il paio con questi altri, forse ancora più emblematici. Il Milan ha conquistato 52 punti: 26 con Ibra in campo e 26 senza il suo bomber; ma sono 11, su 24, i match in cui lo svedese non ha potuto dare il suo contributo alla squadra. Questo significa che il Milan con Ibra viaggia ad una media di due punti a partita, senza Ibra i punti sono quasi 2,4 per ogni match giocato.

Restano però soltanto numeri. Importanti, sì. Significativi di una crescita dell’intero gruppo squadra, anche. Ma da qui a dire che Ibra sia un peso ce ne passa. L’importanza di Zlatan trascende i semplici numeri, queste cifre spoglie non rintracciano qualità visibili soltanto a chi gli respira accanto. Pioli lo sa, i compagni di squadra anche e se lo tengono stretto.

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads