Spezia, mister Italiano racconta: “All’inizio nessuna scommetteva su questa squadra. Dopo la vittoria di Napoli De Laurentiis ci ha fatto i complimenti”

Fonte foto: Logo Spezia

SEGUICI SU

Il mister dello Spezia si è raccontato in un’intervista a Radio Marte, parlando della straordinaria stagione della sua squadra e svelando anche un retroscena sulla partita contro il Napoli di qualche settimana fa.

Vincenzo Italiano, allenatore dello Spezia, ha rilasciato un’intervista a Radio Marte, in cui ha tracciato un primo bilancio di una stagione fin qui estremamente positiva per la sua squadra. Queste le sue parole.

“Fa piacere essere seguito perché vuol dire che stiamo lavorando bene e che le cose vanno per il verso giusto. All’inizio nessuno scommetteva su questa squadra ma ora stiamo lavorando bene e togliendoci grandi soddisfazioni. Grazie a un gruppo di ragazzi straordinario stiamo facendo un ottimo lavoro. Noi abbiamo fatto una scelta all’inizio con il direttore di avere una rosa ampia, specialmente per il COVID-19 e per la partenza in ritardo. Abbiamo scommesso su questo, chiaramente il lavoro in settimana è più difficile. Ma se tutti si sentono inseriti nel progetto puoi riuscire anche a fare due formazioni e chiamare in causa chiunque, perché dimostrerà il suo lavoro. Grazie anche alla grande abnegazione dei ragazzi stiamo ottenendo dei risultati importanti”.

Il tecnico ha poi svelato anche un retroscena legato alla sfida contro il Napoli di qualche settimana fa, da cui la sua squadra uscì vittoriosa e con un attestato di stima del presidente dei partenopei Aurelio De Laurentiis.

“Quando mi è stato detto che stava arrivando il presidente del Napoli a fare i complimenti alla squadra pensavo fosse uno scherzo, invece si presentò negli spogliatoi. Fu motivo di orgoglio e di enorme piacere, è venuto a fare i complimenti per quello che stiamo facendo. Ci siamo presi questo attestato di stima, siamo orgogliosi di questo”.

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.

Potrebbe interessarti anche: il pensiero di Fabrizio Biasin sulla Juventus.

COMMENTA L'ARTICOLO