Spal-Milan 2-2, Pioli: “Abbiamo fatto la partita. Su Rangnick…”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Non riesce a sfatare il tabù trasferta il Milan, che pareggia 2-2 in casa della Spal. Tante occasioni per i rossoneri, che però devono arrendersi alle 2 chances per i padroni di casa nei primi minuti della partita. Il Milan di cuore trova il pari nei minuti finali, grazie ad un autogol.

Al 4′ primo squillo con tiro centrale di Paquetà. Inaspettato il vantaggio della Spal al 14′, con il gol di Valoti in una mischia su angolo. I rossoneri provano a rispondere con la grande occasione per Calhanoglu, che la piazza molto bene ma trova la mani del portiere. I padroni di casa trovano in modo incredibile il raddoppio. Al 30′ gol pazzesco di Floccari da lontanissimo, con Donnarumma leggermente fuori dai pali.Dopo una ripartenza il Milan accorcia al 37′ con il gol di Hakan Calhanoglu. La rete viene annullata poi per un fuorigioco durante l’azione. Altro controllo al Var verso la fine della frazione, per un fallo di D’Alessandro su Theo Hernandez. Troppo duro il giocatore della Spal, che viene espulso. Ancora Calhanoglu , sempre nel vivo del gioco, con un tiro splendido al 44′ colpisce il palo.

Assedio Milan nel secondo tempo. Miracolo di Vicari al 57′ che salva sulla linea un colpo di testa di Saelemekers a colpo sicuro. Buone azioni degli uomini di Pioli, che però non riescono ad essere insidiosi. Rebic poco lucido e veloce nelle giocate. Il subentrato Zlatan Ibrahimovic spreca poi un’ottima chance di testa , su un cross da destra. Il Milan trova il gol per accorciare al 79′ con Rafael Leao che la mette dentro dal limite dell’area di rigore. Continua a pressare il Milan e il pareggio arriva con l’autogol sfortunato di Vicari, che tocca un cross di Saelemekers. Pari al 94′.

MARCATORI: 14′ Valoti(SP), 30′ Floccari (SP), 79′ Leao(MI), 94′ Aut.Vicari (SP)

DICHIARAZIONI POST-PARTITA: STEFANO PIOLI

Sulla partita

“E’ stato un passo indietro nel risultato. L’abbiamo cominciata bene, ma alla prima occasione abbiamo concesso gol. Su 3 tiri il Milan ha subito 3 gol e non c’è stata una reazione sufficiente. Ci voleva molta più attenzione e determinazione, ma soprattutto più qualità tecnica”

Sulle prossime partite e Leao

“Credo che possa migliorare. La sua presenza sta diventando più determinante. Il rientro di Ibra è importante, ma deve recuperare la condizione giusta. Avremo 3 partite difficili, ma stimolanti”

Sulla mancanza di un grande centravanti

“Spero che la nostra posizione finale in classifica sia più in alto del settimo posto. La partita di stasera si poteva vincere, anche se siamo riusciti a portare a casa un risultato positivo. Credo che il nostro obbiettivo debba essere fare più punti possibili”

Su Rangnick

“Io sto lavorando con amore e passione. Adoro i miei giocatori e non ho pensieri su altri allenatore. Sono troppo dentro a questa situazione, per essere ansioso. Mi sento orgoglioso di allenare questi ragazzi”

Su Paquetà

“Secondo me ha fatto una buona partita. Ci dobbiamo aspettare di più da lui, dato che può avere le qualità per essere pericoloso”

Su Saelemekers e il gioco sulle fasce

“Credo che concentrare le azioni sulla zona centrale non fosse sensato, soprattutto dopo l’espulsione. La partita l’abbiamo fatta noi, ma sempre noi abbiamo regalato i 2 gol della Spal”

Fonte foto: Spal Instagram

COMMENTA L'ARTICOLO