Spadafora su Ronaldo: “La sua notorietà non lo autorizza a mentire”

Spadafora Ronaldo

Spadafora dice la sua, Ronaldo risponde e Spadafora contrattacca. Potremmo riassumere così la faida che si è accesa ieri, e sta proseguendo in queste ore, tra il Ministro dello sport e il centravanti della Juve.

Spadafora aveva incolpato il portoghese per aver violato il protocollo, Ronaldo ha risposto oggi in una diretta Instagram, dicendo: “C’è un signore in Italia che ha raccontato una bugia“, con chiaro riferimento alle accuse mosse dal Ministro. Poco fa, all’ANSA, lo stesso Spadafora ha riacceso la questione rispondendo a CR7:

Questi giocatori devono capire che la loro notorietà non li autorizza ad essere arroganti, irrispettosi verso le istituzioni e a mentire. Anzi, dirò di più: più si è famosi e maggiore dovrebbe essere il senso di responsabilità da mettere in campo ogni qualvolta si apre bocca. Dovrebbero essere un esempio. Chiudo confermando quanto detto sull’abbandono dell’hotel da parte dei giocatori bianconeri: i messaggi mandati dal club alla Asl di Torino sono eloquenti in tal senso.

 

Fonte foto: LaPresse.it