Simone Inzaghi: ” Il rigore? Non c’ era”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Le parole di Simone Inzaghi nel dopogara di Juventus-Lazio

Dopo aver sognato lo scudetto, la squadra di Inzaghi viene ridimensionata da una Juventus che sigla 2 gol in 5 minuti. La Lazio cerca di riaprire la partita, ma la squadra di Sarri si chiude bene e strappa i 3 punti.

Le parole di Inzaghi: ” Alla fine ho fatto i complimenti alla Lazio. Siamo venuti qui con tanti problemi e abbiamo fatto una partita di personalità. Il primo gol non lo commento, non ho ancora visto le immagini, nel secondo abbiamo sbagliato il disimpegno in uscita. C’è un po’ di dispiacere perchè, con tutte le problematiche, la partita è stata preparata nel migliore die modi. Chiaramente in questo periodo l’episodio non gira dalla nostra parte, come il palo interno clamoroso di Immobile. Rientriamo in campo e prendiamo il rigore su una punizione, poi prendiamo subito il 2-0 ma la squadra è rimasta unita ha fatto il 2-1. Volevamo prenderci il punto e festeggiare il ritorno in Champions dopo 13 anni”.

Prima della partita hai detto a Lukaku di andare in tribuna. Come è nata questa scelta?
“Non è stato niente di sensazionale. Ci sono degli orari ed essendo uno sport di gruppo bisogna rispettarli. Jordan ha sbagliato la settimana scorsa, ha sbagliato questa e da allenatore mi è sembrato giusto dare un segnale. In uno sport di squadra ci sono delle regole e degli orari e vanno rispettati”.

Il rigore?
“E’ difficile. Chiaramente Orsato e Mazzoleni sono due di cui ci si può fidare ampiamente, vedendo le immagini sembra che non sia il braccio. Al di là di questo spiace aver preso l’1-0 in quel momento, venivamo da un ottimo primo tempo. Andiamo avanti e pensiamo alla prossima partita”.

 

Fonte foto: @official_sslazio (Instagram)

COMMENTA L'ARTICOLO