Serie A, Torino-Cagliari 2-3. Di Francesco: “Sono stato io a lasciare la Sampdoria”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Al termine della sfida di Torino contro i Granata vinta per 3 a 2, ha parlato il tecnico del Cagliari Eusebio Di Francesco, intervenuto ai microfoni di Sky Sport.

SULLA PARTITA: “Il cambio modulo ci ha giovato e siamo riusciti subito a metterli in difficoltà, creando occasioni. I gol presi sono sintomo di troppa superficialità ma va comunque tenuto conto degli avversari. Sono soddisfatto a livello di gioco espresso, la squadra sta crescendo anche perché i calciatori mi hanno dato grossa disponibilità. Alcuni arrivano dalla B o da campionati giovanili, ma stanno crescendo bene. Sono contento di essere tornato alla vittoria dopo tante sconfitte.

SU SOTTIL, JOAO PEDRO E PAVOLETTI: “Sottil sta lavorando con grande umiltà e determinazione, manca qualcosa in fase realizzativa ma ci stiamo lavorando. Joao Pedro ha fatto bene da trequartista ma sono convinto che possa fare ancora meglio. Per quanto riguarda Pavoletti sappiamo che dovrà trovare la condizione ottimale, non gioca da un anno. Non sarà un problema inserirlo in formazione, avremo bisogno di tutti.

SULL’ESPERIENZA ALLA SAMPDORIA: “Non è vero come ho letto in giro che sono stato esonerato. Ho preso personalmente la decisione di andarmene, rinunciando a due anni di contratto. Mi sono reso conto che ero nel posto giusto ma nel momento sbagliato, e ho voluto rimettermi in gioco. Avevo tante offerte ma è scattata subito la scintilla con il Cagliari, sia con la piazza che con il Presidente.

Foto: profilo ufficiale Twitter Cagliari

COMMENTA L'ARTICOLO