Serie A: quanto guadagnano le squadre in base alla classifica?

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Serie A: Ecco quanto guadagnano le squadre in base al piazzamento

Il calcio oramai è più un azienda che un semplice gioco. Basti  pensare solo che per i diritti televisivi girano circa 1 miliardo di euro all’anno intorno alla Serie A. Poi se si mettono in mezzo, sponsorizzazioni e introiti vari si arriva a delle cifre spropositate. Anche il piazzamento in classifica alla fine della stagione porta denaro ai singoli club. Tra il premio destinato alla seconda fino alla quarta c’è una differenza di ben 5,2 milioni di euro. Come riporta anche Calcio e Finanza, esiste una graduatoria dalla prima alla ventesima posizione:

  1. 23, 4 milioni di euro
  2. 19,4 milioni
  3. 16, 8 milioni
  4. 14,2 milioni
  5. 12,5 milioni
  6. 10,9 milioni
  7. 9,3 milioni
  8. 8,3 milioni
  9. 7,4 milioni
  10. 6,3 milioni
  11. 5,5 milioni
  12. 5 milioni
  13. 4,6 milioni
  14. 4,1 milioni
  15. 3,6 milioni
  16. 3,2 milioni
  17. 2,8 milioni
  18. 2,2 milioni
  19. 1,6 milioni
  20. 0,9 milioni

Per la lotta salvezza?

Il regolamento della serie A prevede uno stanziamento di 60 milioni di euro da dividere tra le retrocesse in B. La squadra che appartiene alla cosiddetta “Fascia A”, quindi quella che scende dopo una singola stagione in Serie A, ricaverà 10 milioni di euro. Ad oggi il Brescia. 15 milioni finiscono nelle casse della società che ha fatto almeno 2 stagioni in Serie A nelle ultime tre, sarebbe la “Fascia B”. L’ultima fascia, quella “C”, comprende le squadre che retrocedono dopo almeno 3 stagioni di permanenza in A nelle ultime quattro. Il premio sarà di 25 milioni, quindi stando alla stagione corrente la Spal andrebbe a prendere questa cifra. Stessa cosa succederà al Genoa nel caso dovesse retrocedere. In caso alle già retrocesse, Brescia e Spal , si aggiungesse il Lecce, i restanti soldi, 15 milioni, andranno ad accumularsi al montepremi della stagione seguente per un totale di 75 milioni.

Foto: FanPage.it

LEGGI ANCHE: Skriniar in rossonero si può fare

COMMENTA L'ARTICOLO