Serie A, il Premier Conte rinvia ancora

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Serie A, Il Premier Conte rinvia ancora la decisione

Per la Serie A il futuro rimane ancora incerto. Oggi sarebbe dovuto essere il giorno decisivo per le sorti della stagione 2019/20, ancora ferma a causa dell’emergenza Covid-19. Invece, il Governo ha preferito ancora una volta temporeggiare, come confermato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una intervista rilasciata oggi al “Fatto Quotidiano”.

Il sentiero diventa sempre più stretto

Nei giorni scorsi si era diffusa la voce secondo cui il capo del Governo potesse comunicare la sospensione definitiva della stagione 2019/20. Il tempo passa e il sentiero si fa sempre più stretto. Tuttavia, almeno stando a Conte, il Governo farà di tutto per non staccare la spina a questo campionato, mentre già diverse squadre stanno riprendendo con gli allenamenti individuali. 

Conte:”Non ancora metto mano al dossier, incontreremo i vertici dello sport e del calcio”

Intanto, il Premier prende tempo e sulle colonne del “Fatto Quotidiano” annuncia:«Convocheremo il mondo dello sport e del calcio, insieme con il Ministro Spadafora per avere un quadro dettagliato sulla ripresa di tutte le attività sportive. Raccoglieremo le istanze della FIGC e di tutte le altre federazioni», ha affermato Conte aggiungendo:«Non ancora ho messo mano al dossier sul calcio, ma ascolteremo e concorderemo. Il Ministro dello Sport ha fatto un ottimo lavoro, ma è giusto che tutti gli stakeholders nel mondo del calcio abbiano un confronto con il Governo a tutti i livelli. Naturalmente si dovrà tenere conto anche delle indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico.»

Il futuro del campionato e il pomo della discordia nel protocollo FIGC

C’è però un punto focale sul quale si concentrano le infinite discussioni e riguarda l’ormai famigerato protocollo FIGC. La stragrande maggioranza dei medici dello sport, infatti, è concorde nel rilevare un problema per la ripresa della Serie A: cosa si fa nel caso in cui un calciatore risulti positivo? È ormai evidente, inoltre che le regole fondamentali di prevenzione (distanziamento e mascherine) risultino difficilmente applicabili nel corso di una partita.

FOTO: Lega Serie A Twitter

COMMENTA L'ARTICOLO