Serie A, Fiorentina-Benevento 0-1. Prandelli: “Grande delusione, dobbiamo compattarci”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Ritorno da dimenticare per Cesare Prandelli sulla panchina della Fiorentina. Il Benevento passa al Franchi 0-1.

Basta un goal di Improta al 52′ al Benevento per espugnare l’Artemio Franchi. La squadra di Filippo Inzaghi conquista tre punti importantissimi in ottica salvezza. Prandelli, invece, non è riuscito ad essere subito impattante nel suo nuovo corso da allanatore della viola.

Al termine del match i due allenatori hanno fatto il punto del match ai microfoni di Sky Sport.

Prandelli: “In questo momento l’emozione che ho provato non ha molta importanza, sono molto deluso, molto amareggiato e devo cercare di capire molte cose. C’è da lavorare tanto, la cosa che balza all’occhio è che alla prima difficoltà la squadra diventa paurosa, interpreta la partita singolarmente senza pensare che dalle difficoltà si esce da squadra. Poca fame? Questo è un aspetto che devo toccare con i giocatori, non penso che sia questo, forse le aspettative sono alte per troppi. Per reggerle serve personalità, la capacità di prendere iniziative. Quello che mi preoccupa di più è questa fragilità. Non è un problema di sistemi di gioco, alla prima difficoltà la squadra si è persa, a livello di ordine, idee tattiche. Cosa fare? In poco tempo questa squadra deve diventare un gruppo, un’unione di pensieri, una risposta a tutte le difficoltà. A giocare a calcio diventa complicato se non c’è un’unità, ci saranno discussioni aperte e sincere. Loro si sono resi conto che questa è la difficoltà.”

 

Inzaghi: “Orgoglioso di questi ragazzi, sono fantastici. Prima di questa partita nessuno ci dava scampo e invece abbiamo fatto un’impresa a dimostrazione del carattere. Con me hanno fatto 46 partite e ne avranno sbagliate 2. Sappiamo che con l’organizzazione e lo spirito possiamo sopperire anche alle differenze tecniche. Oggi abbiamo rischiato praticamente mai, forse solo alla fine con Vlahovic. Sono felice per loro. La squadra ha sempre avuto le sue certezze, nonostante le tante assenze di oggi. Questo è importante. Nel primo momento difficile ci sono arrivate anche critiche ingenerose nonostante oggi siamo in Serie A. Sono bastate un paio di partite perse male e mi è dispiaciuto il cambio di atteggiamento di alcuni. Questa squadra ha bisogno dei tifosi, della fiducia. Oggi sono stati fantastici. Dobbiamo essere consci della realtà in cui siamo adesso e le critiche belle mi piacciono, non quelle senza equilibrio. Guardando la classifica saremmo salvi e invece ci trattano tutti come già retrocessi. Con lo Spezia abbiamo perso male ma questo non può cancellare le altre ottime prestazioni nonostante le sconfitte e i punti”

Foto: Profilo Twitter Lega Serie A

COMMENTA L'ARTICOLO