Serie A, De Zerbi: ” La Fiorentina ha grandissima qualità. Ottavo posto? Il massimo raggiungibile”

Fonte foto: Profilo Twitter Sassuolo

Nella conferenza stampa alla vigilia di Sassuolo-Fiorentina, l’allenatore dei neroverdi, Roberto De Zerbi ha analizzato le difficoltà e la preparazione della prossima partita con la Fiorentina. Dopo la vittoria contro il Benevento, De Zerbi vuole che i suoi ragazzi diano continuità al risultato precedente: “Voglio vedere una squadra che chiude le partite. A volte rischiamo di vanificar il lavoro fatto in precedenza.”

Sull’ottavo posto: “Al momento, è il massimo che potevamo raggiungere. Abbiamo avuto troppe assenze tra Caputo, Berardi, Boga e Defrel ma questo ci fa capire l’importanza del nostro lavoro e della posizione in classifica che ci siamo conquistati. “

Sul distacco dalle prime sette: “Stanno facendo un campionato a parte. Potevamo aver fatto più di 43 punti per quello che abbiamo fatto. Tutti potrebbero fare questo discorso, ma io guardo in casa mia e considerando quanto abbiamo creato, subito e costruito posso dire che qualche punto ci è mancato.”

Sulla Fiorentina: “Hanno grande qualità, ma non dobbiamo guardare la loro classifica. Sulla carta è una squadra al nostro livello mentre a livello di progetto sono partiti più tardi rispetto a noi. Sicuramente, hanno più giocatori di qualità: Amrabat, Pulgar, Bonaventura, Vlahovic, Ribery e Castrovilli.”

Sul tipo di partita che farà la squadra viola: “La Fiorentina di Iachini ha dei principi di calcio chiarissimi. Aspettare non vuol dire non voler attaccare. Bisogna fare una distinzione tra la tattica e la strategia: due cose completamente diverse. Noi siamo pronti per giocare sia contro squadre che pressano alte, sia contro chi rimane chiuso in difesa. Le partite sono tutte difficili, indipendentemente dal tipo di approccio che adottano gli avversari.”

Sui recuperi e assenze: “Non ci sarà Locatelli, ma stiamo recuperando Bourabia. Boga e Traorè? Spero che dopo il confronto post Torino siano diventati più maturi. Devono completarsi dal punto di vista mentale perché entrambi sono due talenti naturali. La crescita professionale non è dovuta a me o al Sassuolo, deve partire da loro stessi ed è quello che hanno fatto due giocatori come Locatelli e Ferrari nell’ultimo anno e mezzo.”

Fonte: Tuttomercatoweb.com

LEGGI ANCHE: MN- Braida sul Milan: “Spero che Donnarumma resti. Un mio ritorno? Non ho sentito nessuno”

LEGGI ANCHE: Calciomercato, Aguero tra Juventus e Barcellona. Il Papu: “Giocherà ancora ad alti livelli”

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.