Serie A 2020/2021, FIGC preoccupata, rischio campionato a due gironi!

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Serie A 2020/21: si riparte a settembre. Forse…

Preoccupazione per la Serie A 2020/21. La stagione 2019/2020 sta per volgere al termine con due giornate di campionato ancora da giocare. In attesa che si completino anche le coppe europee, comincia a filtrare un po’ di preoccupazione da parte della FIGC per l’inizio del prossimo campionato. La data fissata è il 12 settembre ma ci sarebbero alcune situazioni che potrebbero far slittare l’inizio della nuova stagione.

FIGC preoccupata e Gravina pensa a due gironi da dieci squadre

A preoccupare i vertici della FIGC, come rilanciato dal giornalista di Radio 24 Giovanni Capuanosarebbero alcuni punti del protocollo da applicare. Punti che potrebbero seriamente far slittare la partenza della Serie A 2020/2021 dopo il 12 settembre. I tempi per la prossima stagione sono poi molto stretti perché ci sono anche gli Europei da recuperare la prossima estate (senza poi contare i Giochi Olimpici). Per evitare il sentiero stretto che stava per impedire la ripresa di questa stagione, Gabriele Gravina potrebbe proporre un’ipotesi clamorosa: ossia, una Serie A a due gironi da dieci squadre, con tanto di play-off a dodici squadre play-out a otto.

All’orizzonte un’altra stagione inedita

Un format che non si è mai visto dai tempi del girone unico e che potrebbe essere proposto per la Serie A 2020/2021. L’obiettivo è quello di chiudere in tempo la stagione per poter disputare regolarmente gli Europei. La corsa contro il tempo per scongiurare una simile opzione che sarebbe comunque difficile da adottare è cominciata. FIGC e Lega Serie A non vogliono farsi trovare impreparate, dopo il caos di questi mesi. C’è però da fare i conti sempre con l’evolversi dell’epidemia. Gli strascichi dell’emergenza Covid-19, rischiano insomma di avere un’onda lunga anche per il calcio italiano e sarebbero un bel problema per un sistema già in apnea.

FOTO: Lega Serie A Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO