Il giornalista Mario Sconcerti ha parlato nel pomeriggio di TMW Radio, dando la sua opinione su svariati temi:

Un giudizio sull’Italia di Mancini?

“Mancini ha portato una mentalità diversa. Ora è più difficile perché il rinnovamento non è più possibile. I giocatori nuovi adesso sono pochissimi. Abbiamo sfruttato una grande occasione, ora dobbiamo continuare con questi, più che rinnovare la squadra bisogna far rendere questi uomini. E’ una squadra sempre generosa ma un po’ confusa. Abbiamo perso la rapidità di gioco che avevamo fino a poco tempo fa. La Spagna è più forte in questo momento. Non l’abbiamo battuta nemmeno agli Europei”.

C’è un centravanti per il futuro della Nazionale?

“Forse ci sarà, ma al momento no. Ieri ha sbagliato anche Mancini, non si mette Barella su Busquets. Marcando a uomo, lo perdevi per altri compiti. E Jorginho davanti alla difesa era in difficoltà, con Verratti da solo in mezzo a costruire il gioco. Nel secondo tempo Barella è tornato nel suo ruolo ma perdevamo già 2-0. Si dovrà capire perché ha giocato Bastoni, sui cross lui e Bonucci non c’erano mai. Davanti si guarda molto a Lucca del Pisa, ma forse ci facciamo castelli in aria. La verità è che tutte le big hanno centravanti stranieri e si guarda al Sassuolo per cercarne”.

Priorità di trovare gli eredi di Bonucci e Chiellini?

“Credo sia una Nazionale da preservare e su cui investire ancora. Potrai fare poco, tipo recuperare Zaniolo e Spinazzola, che era l’uomo in più. Non è un caso che da quando si è fatto male siamo cambiati”.

Tra Lukaku e Pogba chi manca di più in Italia?

“Credo che il calcio si faccia con i gol, ma sono entrambi forti. Il Lukaku visto con Conte però forse manca di più”. 

Un giudizio su Kulusevski?

“E’ un giocatore estremamente importante. In una squadra così in confusione come la Juventus non è adatto a risolvere i problemi. Ha bisogno della squadra, ma è uno che spicca. Nel Parma aveva un ruolo preciso, il quinto di destra, e lo faceva con tutta la propria forza. Oggi ha un compito più difficile. Credo che sarà messo sul mercato, perché la Juventus ha bisogno di contanti, ma è un grande giocatore”.

Che ne pensa di Borja Mayoral?

“La Roma ha sbagliato campagna acquisti, che è stata di inseguimento e non di giocatori che realmente servivano. La differenza sono Mourinho e Zaniolo. Lo stesso Abraham, che è un investimento, dal punto di vista tecnico c’era già un grande centravanti. Hanno dovuto comprare un terzino sinistro per l’infortunio di Spinazzola. E poi la sorpresa Shomurodov. Se hai due centravanti, il terzo attaccante, che è un prestito, non hai interesse a farlo giocare. Secondo me è giusto per la Fiorentina, perché Vlahovic va sostituito ora, subito, quando ancora c’è”.

Leggi anche: La Sampdoria futsal pronta al debutto sabato a Campo Ligure

Articolo precedenteBarcellona, Umtiti verso la risoluzione del contratto: Juventus e Milan ci pensano
Articolo successivoBologna, il belga Theate aggregato alla nazionale maggiore: stasera Belgio-Francia