Sassuolo-Juventus: 3-3. Sarri: “Il Sassuolo sarà l’Atalanta del futuro”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Sassuolo-Juventus 3-3

Partita pirotecnica al Mapei Stadium tra Sassuolo e Juventus. Velocità, tiri, ribaltamenti, tante reti. E il suicidio, ancora una volta, degli uomini di Sarri. Finisce 3-3 una partita comandata sin dal primo minuto dalla Juventus, che in 15 minuti va avanti per 0-2 grazie a Danilo e Higuain ma che dopo 20 minuti spegne la luce come successo a San Siro 8 giorni fa. Il Sassuolo alza il ritmo e disegna calcio mettendo sotto la Juve e al minuto 29 Duricic riapre la gara dopo un azione spettacolare dei neroverdi. La Juventus nel secondo tempo lascia la testa negli spogliatoi e nel giro di 3 minuti i neroverdi, prima con Berardi su punizione poi con Caputo su tap-in, ribaltano il risultato passando in vantaggio. Bianconeri in balia totale dell’avversario ma che reagiscono con Alex Sandro che rimette a posto i conti trovando la zuccata vincente su calcio d’angolo. 3-3 spettacolare e tante emozioni, tra cui una punizione a due forse mai vista quest’anno. Sassuolo che guarda sempre più all’Europa, Juventus che lascia ancora punti andando in black-out totale ancora. 14 tiri, 10 in porta subiti. E un super Szczesny ha salvato la faccia oltre che il risultato. Preoccupante in vista Champions.

Parole Sarri

Problemi? “Ci sta mancando molto la continuità. Abbiamo momenti di calo e passività che sono difficili da capire, ma è anche vero che affrontiamo Sassuolo e Atalanta che sono in forma strepitosa. Per me il Sassuolo può diventare l’Atalanta del futuro.”

Chiellini? “Giorgio stava bene da un po di giorni, mentre con il Sassuolo ha subito sentito un indurimento al polpaccio e cosi abbiamo dovuto cambiarlo per infortunio. Prima o poi bisognava buttarlo dentro, forse era un po presto ma non avendo Bonucci ci faceva comodo metterlo”

foto: Twitter Juventus

 

COMMENTA L'ARTICOLO