Sampdoria-Milan 1-4, Pioli: “Era importante vincere. Vi dico cosa mi ha detto Ibra”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Era l’unica squadra a non aver subito gol dal Milan in questa stagione. E i rossoneri oggi ne hanno fatti addirittura 4, con la doppietta dell’impressionante Zlatan Ibrahimovic. La squadra di Pioli vuole ancora il quinto posto, in attesa di Torino-Roma.

LA PARTITA

Primi minuti di dominio rossonero. Al 4′ vantaggio di testa del solito Ibrahimovic su assist di Rebic, dopo gran giocata del croato. Ancora Milan all’ 8′, con l’uno due di Theo che viene fermato poi da Falcone, che salva anche sulla ribattuta di Calabria. Poco dopo prima iniziativa della Sampdoria, con il buco di Kessie e il tentativo sbagliato di Linetty da fuori area. Il portiere dei padroni di casa salva i blucerchiati in un’ altra azione offensiva dei rossoneri, che liberano al tiro Rebic davanti a Falcone. Centrocampo del Milan un po’ troppo leggero e la Samp riesce a superare la linea difensiva, con De Paoli che al 15′ sfiora il palo da posizione defilata. La squadra di Ranieri attacca molto bene, ma il Milan al 30′ va ad un passo dal 2-0, con il tiro di Ibra a botta sicura deviato in angolo da Colley. Chance anche per Calhanoglu su calcio di punizione e per Saelemaekers, che sciupa un ottimo assist di un inarrestabile Theo Hernandez. Al 42′ torna a farsi vedere in zona offensiva la Samp, con il colpo di testa alto non di molto di Jankto.

Enorme occasione ad inizio secondo tempo per la Samp. Punizione fortissima di Quagliarella parata da Donnarumma, con Colley che spara alto sulla ribattuta a centimetri dalla porta. Un’altra disattenzione difensiva costa caro alla Sampdoria. Al 53′ Ibra fa una sponda perfetta per Calhanoglu, che lasciato libero spara sotto la traversa. La squadra di Pioli trova più spazi dopo il raddoppio ed è letale nelle ripartenze. In uscita la Sampdoria perde palla e permette il contropiede rossonero, concluso dalla rete di Ibrahimovic su assist di Calhanoglu. Tris del Milan al 58′. I rossoneri sono in totale controllo della partita, e con un ottimo possesso palla arrivano spesso alla conclusione. Intorno al 70′ la Doria sfiora il gol della bandiera, con la volè di Jankto praticamente a porta vuota, che termina a lato. Ingenuità di Kjaer poi che commette un fallo su Bertolacci in area di rigore. Il penalty di Maroni viene però intuito e parato da Donnarumma, che suggella un grande match. Finale di partita meno lucido da parte della difesa del Milan, che soffre gli attacchi avversari. Gli ultimi minuti ci regalano altri 2 gol. Il primo è della Samp, con la botta fantastica di Askildsen. Il secondo è del Milan, che cala il poker con il subentrato Leao.

MARCATORI: 4′-58′ Ibrahimovic(MI), 53′ Calhanoglu(MI), 87′ Askildsen(SA), 90+2′ Leao(MI)

DICHIARAZIONI POST-PARTITA: STEFANO PIOLI

Sulla Roma

“La cosa importante era vincere oggi. Poi chiaro che un risultato negativo della Roma sarebbe importante per noi. Oggi dovevamo chiuderla prima”

Sulla squadra

“Adesso abbiamo quella fiducia che è stata rinforzata dai risultati contro le big”

Su Ibra

“E’ stato determinante per la nostra crescita. Sta dimostrando di essere ancora necessario e penso che ci siano tutte le intenzioni di continuare con lui. Mi ha detto che è molto contento”

Su Rebic

“Sostituito per il cartellino e per il suo scontro con Ramirez. In questo periodo poi bisogna fare le scelte giuste, e non volevamo rimanere in 10”

Sul periodo di riposo per Milan e Lazio ad Agosto

“Se non dovessimo fare i preliminari sarebbe un vantaggio. Da domenica concederò molto riposo ai ragazzi, perchè abbiamo speso tantissimo. Credo che i miei giocatori abbiano bisogno di scendere sul campo, perciò non mi preoccupa ricominciare un po’ prima”

Sull’esigenza di un attaccante

“La società sta puntando sulla continuità. Penso che sia importante un ritocco alla rosa, ma comunque sono fiero dei miei ragazzi”

Fonte foto: AcMilan Instagram

COMMENTA L'ARTICOLO