Sampdoria-Milan 1-2, Pioli: “E’ giusto esultare per i successi. Vi dico quale squadra temo di più “

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Dopo la sconfitta in Sampdoria-Milan, continua il periodo no per la squadra di Ranieri , senza vittoria dal 24 ottobre, scesa in campo oggi con la maglia celebrativa per i 120 anni di storia del club. Milan sempre più capolista con il sesto risultato positivo consecutivo ,tra Europa League e Serie A ,e 26 punti in classifica. Dopo l’1-2 di stasera, i rossoneri continuano ad andare in gol da ben 30 partite. Problemi evidenti per la difesa di Ranieri , nonostante le assenze in casa Milan. 11 gol subiti nelle ultime 5 per la Sampdoria.

LA PARTITA

All’ 8′ la prima occasione è della Samp. Mischia e rimpalli in un’ aziona scaturita da angolo e colpo di testa di Tonelli a pochi passi.  Stupendo Donnarumma a salvare miracolosamente sull’ex Napoli. Poco dopo la prima chance per il Milan su cross basso di Saelemaekers per Rebic, che viene rimpallato dalla scivolata di Ferrari al momento della battuta. Bene i rossoneri nella fase offensiva, ma poco precisi e puntuali nei passaggi decisivi. Verso la fine del primo tempo Rebic è molto bravo a liberarsi delle marcature avversarie su una palla lunga e a superare Audero. C’è però il salvataggio di Tonelli sulla linea. Negli ultimi minuti l’episodio chiave con il fallo di mano in area di Jankto,ingenuo sul contrasto con Theo Hernandez. Al 45′ Kessie trasforma e porta in vantaggio i rossoneri. Media impressionante per l’ivoriano dagli 11 metri, con solo 2 rigori sbagliati.

Milan vicino al secondo gol ad inizio ripresa con il palo di Tonali, che tocca leggermente un assist di Hauge dall’out di destra. Calhanoglu prova a replicare la punizione in Europa League, ma una deviazione manda la palla in angolo. Assedio Samp alla ricerca del pari, con occasioni per Thorsby di testa e con un tiro in mischia deviato da Gabbia. Arriva però il gol del Milan al 77′ con Castillejo appena entrato, che sfrutta un cross basso di Rebic, bravo a  pescare lo spagnolo in area.Dura poco il doppio vantaggio rossonero. All’ 82′ i padroni di casa accorciano le distanze con il tocco di Ekdal su angolo. Pressione della squadra di Ranieri fino alla fine. Negli ultimi secondi Sampdoria vicinissima al secondo gol con ancora Ekdal di testa, che manda alto da ottima posizione.

MARCATORI: 45′ Kessie Rig. (MI), 77′ Castillejo (MI), 82′ Ekdal (SAM)

DICHIARAZIONI POST-PARTITA: STEFANO PIOLI

Sulla squadra

“Siamo un squadra vera. Questo è un gruppo che sfrutta ogni situazione per dimostrare il suo valore. Oggi era difficile per le assenze pesanti, ma noi sfruttiamo questi momenti per far vedere la nostra coesione e compattezza. Adesso bisogna avere grandi energie ed entusiasmo”

Sul abbraccio a Castillejo per il gol

“I giocatori corrono molto più forte di me, fortunatamente. Con quel gol pensavo di averla chiusa, ma poi è arrivato il gol del’1-2. E’ giusto esultare quando riesci ad ottenere dei successi. Oggi era complesso, perchè abbiamo lavorato poco e abbiamo giocato giovedi contro il Celtic”

Sul momento

“Oggi in campo c’era una squadra giovanissima, ma molto matura. Non ci siamo  mai abbattuti all’inizio e non ci esaltiamo troppo adesso. Dobbiamo essere consapevoli delle nostre forze”

Su Ibrahimovic

“Tutti sappiamo quanto sia importante per noi. Mi auguro di riavere lui , Kjaer e gli altri a disposizione al più presto possibile. Noi vogliamo portare idee, ma comunque necessitiamo la qualità di certi giocatori. Bravi ragazzi”

Sulla gara e gol subiti da palla inattiva

“L’ultimo gol subito in campionato su azione è stato quello contro il Napoli. Sui calci piazzati dobbiamo essere più attenti, però è vero che non abbiamo giocatori molto alti. Potevamo gestire meglio alcune situazioni, cercando di rifiatare invece di tentare spesso azioni con palla in profondità”

Sul gioco

“Noi cerchiamo di mettere sempre in difficoltà gli avversari. L’azione del secondo gol è stata condotta molto bene”

Sulla squadra più temibile

“Credo che le squadre forti stiano tornando. L’Inter, la Juve e il Napoli sono le più preparate. La Juve rimane la favorita, data la rosa e la sfilza di scudetti vinti. Anche Inter e Napoli possono comunque giocarsi la vittoria del campionato”

Sul mercato di Gennaio

“Ho un rapporto con il club molto bello. Io sono concentrato ad allenare la squadra e voglio far crescere i giocatori. La società se potrà interverrà sul calciomercato invernale. Adesso inizia un tour de force”

LEGGI ANCHE:

Milan, Romagnoli: “Orgoglioso di essere il capitano. Maldini e Baresi punti di riferimento”

Sampdoria, maglia celebrativa per la sfida con il Milan

Fonte foto: Ac Milan Instagram

COMMENTA L'ARTICOLO