Sabatini:”Dzeko è stato umiliato! Nainggolan? Gli voglio bene ma è un poco di buono”

Walter Sabatini, direttore tecnico del Bologna che per tanti anni ha lavorato alla Roma, ha parlato alla trasmissione ‘Al Circo Massimo‘ dicendo la sua sulla situazione Dzeko-Fonseca e su altre circostanze. Queste le sue principali parole raccolte da ForzaRoma.info:

Ricky Massara? Oggi è il ds del Milan, la Roma ha sbagliato, ha lasciato andare via un ragazzo di grande cultura e impegno incessante per il club. Massara arrivava alle 7.30 e andava via a notte inoltrata, la Roma ha fatto uno sbaglio esiziale. So che non è stato confermato perché ha tentato di difendere la figura di Monchi, l’uomo che oltre agli errori ha portato Zaniolo qui. Schierarsi con lui è stato letale. Parliamo di una vicenda piuttosto squallida, Massara è il Salah dei dirigenti e mi da gioie quotidiane. Spero che vinca col Milan.

Uno come Mkhitaryan vale il 70% della Serie A. Il mio più grande rimpianto è stato non riuscire a prendere Mkhitaryan quando era ancora allo Shakhtar Donetsk. Avevo anche preso Cuadrado, ma non voglio parlarne: dovrei denunciare un allenatore per questo, non lo farò mai.

I calciatori che ha la Roma li hanno in pochi in Italia, e non penso solo a Mkhitaryan o Zaniolo: devo dire che c’è un talento che mi ha impressionato ed è Villar, può diventare un top playmaker di livello internazionale. Il club sta lavorando bene e si vede la mano dell’allenatore, quello di Fonseca non è un calcio votato alla sconfitta.

Alcune cose successe nella Roma non mi sono piaciute. Dzeko è un professionista di livello eccezionale e di grande educazione, non sarebbe mai in grado di creare problemi. Non è giusta una conseguenza così importante per un diverbio di spogliatoio, la Roma lo ha ceduto 4 volte in 2 anni e lui è sempre voluto rimanere. A cosa tende questa autodistruzione dell’ambiente per la presa di posizione di un allenatore? Fonseca lo avrà fatto per aumentare il suo carisma nello spogliatoio. Sarà bene che tutto torni alla normalità, la Roma ha obiettivi importanti da perseguire. Conosco lo spogliatoio, so che non può essere successo niente di così grave da permettere a Dzeko di destabilizzarlo: ha subito un’umiliazione importante, gli servono 20 giorni per tornare a regime, è inutile che i tifosi si chiedano se ancora lotta per la causa. Gli si ridia la fascia, non si degrada un capitano a meno che non abbia commesso un omicidio.

Chi prenderei dal Bologna fossi alla Roma? Ce ne sono tanti. Tomiyasu lo prenderebbero in molti, ma la Roma non è interessata. Abbiamo quattro giocatori che potrebbero piacere a chiunque.

Sono felicissimo per il ritorno di Kevin Strootman, glielo ho anche scritto, è una gioia immensa ma anche un dolore grande. Non lo ho trattato con il Bologna, spero faccia bene al Genoa.

Nainggolan è un poco di buono, mai ha voluto riconoscere a me una parte della sua felicità o della sua storia. Ho un affetto straordinario per lui, lo ho anche abbracciato quando era sudato ed è una cosa che non farei neanche con mio figlio, ma resta un poco di buono. Lo chiamavo di notte quando ero qui a Roma, mi giurava e spergiurava di essere a letto: un vero bugiardo, era sempre in giro. E’ ignobile per un professionista farsi riprendere ubriaco fuori da una discoteca, ma gli hai voluto un bene sportivo eccezionale, mi faceva emozionare con le sue scivolate. Quando arrivò a gennaio mi sembrava di aver fatto il colpo della vita, pensavo di aver preso il colpo di genialità tecnico-tattica che ci mancava. Si è messo da subito la maglia addosso”.

FONTE: www.sosfanta.calciomercato.com

 

LEGGI ANCHE: Maldini:”Theo Hernandez può ambire ad essere nella top 3 dei migliori terzini al mondo”

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.