Serie A, Roma-Benevento 5-2. Fonseca: “Grande partita, sono fiducioso”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Nel posticipo domenicale della 4^ giornata di Serie A, la Roma ne fa cinque al Benevento. Si sblocca Dzeko a segno con una doppietta.

La Roma rifila il pokerissimo al Benevento nel match dell’Olimpico valevole per la 4^ giornata di Serie A. Apre il match il Benevento al 5′ grazie a Caprari. Mezz’ora di sofferenza per la Roma che, però, ribalta tutto in 5 minuti con le reti di Pedro e Dzeko rispettivamente al 31′ e al 35′. Nella ripresa il Benevento ritrova il pareggio al 55′ con Lapadula. La squadra di Fonseca reagisce e dilaga con Veretout al 69′, Dzeko al 77′ e Perez al 89′.

Al termine del match il tecnico della Roma, Fonseca, ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

Ecco le sue parole: “Abbiamo fatto una bella partita oggi, abbiamo fiducia. Il campionato è lungo, stiamo iniziando, ma la squadra sta iniziando bene. Ora abbiamo molte partite in pochi giorni e dobbiamo gestire, ma sono fiducioso. Troppi goal presi? Abbiamo preso un gol per sfortuna, e oltre il rigore la squadra è stata equilibrata. Ma io l’ho detto tempo fa, chi pensa che la Serie A sia un campionato difensivo questa giornata prova che invece qui si gioca un calcio offensivo. Penso che sia una cosa positiva, io voglio sempre avere una squadra offensiva. Penso che questo sia positivo per l’immagine del calcio italiano. Ambizioni della squadra? Io voglio sempre essere equilibrato e realista. Penso che tutti sappiamo che ci sono due squadre che hanno fatto investimenti diversi e sono le principali candidate a vincere il campionato. Poi c’è una serie di squadre, tra cui la Roma, che possono fare una buona stagione, e andare in Champions. E noi vogliamo fare una stagione migliore dell’anno scorso. Smalling? Non lo so se Smalling sarà pronto per la prossima partita di campionato contro il Milan, ma abbiamo difensori molto forti, Kumbulla, Ibanez e Mancini, e io ho totale fiducia in loro. Io Manager all’inglese? Io sono l’allenatore, non voglio essere nient’altro che un allenatore.

Foto: Profilo Twitter Roma

COMMENTA L'ARTICOLO