Qualifiche GP Francia : Hamilton in pole , Bottas secondo, Vettel terzo. Raikkonen sesto.

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Prima fila tutta Mercedes a Le Castellet. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas partiranno davanti a tutti domani nel GP di Francia. Le Frecce d’Argento sono tornate dominanti sul giro secco, forti della nuova power unit, rifilando quattro decimi alla Ferrari di Sebastian Vettel, che partirà dalla terza posizione. Più indietro, invece, Kimi Raikkonen, sesto.

Le qualifiche, alla fine asciutte a parte qualche leggera goccia di pioggia, sono state praticamente un assolo di Hamilton, che si è preso la 75esima pole della carriera con il tempo di 1’30″029. Bottas ci ha provato, ma si è fermato a un decimo, mentre Vettel non ha potuto fare altro che guardare da lontano la lotta tra i due Mercedes. La Ferrari ha comunque mostrato di avere un buon passo gara, ma l’incognita domani, meteo a parte, riguarda proprio le due Frecce d’Argento, che partiranno con la gomma Supersoft, al contrario della Ultrasoft montata da Vettel.

Kimi Raikkonen partirà invece dalla sesta posizione, dietro le due Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, anche loro con gomma rossa in partenza. È un’altra qualifica deludente per il finlandese, chiusa a 1″ da Hamilton, uscendo prima del previsto per l’ultimo tentativo, poi abortito a causa di un errore. La pessima giornata di Kimi alimenterà ulteriormente le discussioni sul suo futuro, soprattutto perché Charles Leclerc, favorito per prenderne il posto, è stato fenomenale oggi, portando la Sauber in ottava posizione in griglia, dietro la Renault di Carlos Sainz. La top ten è poi completata dalle due Haas, con Kevin Magnussen davanti a un Romain Grosjean finito contro le barriere nel corso del Q3, proseguendo nel suo weekend negativo (ha dovuto sostituire l’MGU-H dopo ieri).

Q1 – Le qualifiche erano cominciate nel segno di Hamilton, già velocissimo in 1’31″271. La sorpresa è arrivata dalle retrovie, con il vincitore della 24 Ore di Le Mans Fernando Alonso primo degli esclusi per soli 27 millesimi rispetto a un ottimo Ericsson. A far compagnia allo spagnolo anche l’altra McLaren del belga Stoffel Vandoorne, la Toro Rosso di Brandon Hartley (partirà ultimo per aver montato la quarta power unit) e le due Williams, disastrose, con il russo Sergey Sirotkin penultimo e il canadese Lance Stroll ultimo.

Q2 – Spauracchio pioggia evitato anche nel Q2, dove come prevedibile è intervenuta la strategia in ottica gara. La Mercedes ha optato per la Supersoft (come la Red Bull) con un Hamilton spaventoso, in 1’30″645 rifilando un decimo a Vettel e Raikkonen, qualificati invece con l’Ultrasoft. Il protagonista del Q2, però, è stato Charles Leclerc, bravissimo a qualificare la Sauber per il Q3, precedendo per 2 centesimi la Force India del francese Esteban Ocon. Eliminati in questa fase anche la Renault del tedesco Nico Hulkenberg, l’altra Force India di Sergio Perez, la Toro Rosso di Pierre Gasly e la Sauber di Ericcson

COMMENTA L'ARTICOLO