Prandelli: “Consapevoli di poter fare male alla Lazio. Mercato? Non voglio gente che non gioca”

Fonte foto: %author%

Cesare Prandelli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida dell’Olimpico contro la Lazio.

L’allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli è intervenuto in conferenza stampa, alla vigilia del match dell’Olimpico contro la Lazio. Queste le sue parole.

La Lazio: “Chiaramente giocare contro le grandi squadre ti impone di essere bravo e ordinato, cercando di avere la giusta determinazione sulle transizioni una volta recuperata palla. Dobbiamo essere consapevoli di poter fare male anche alla Lazio”.

I gol: “Le partite vanno lette, con il Bologna abbiamo avuto anche delle buone opportunità, chiaramente non possiamo pensare di creare montagne di palle gol. Dobbiamo avere più convinzione nel riempire l’area con più giocatori”.

Duncan: “Quando sono arrivato ha sempre lavorato bene, per due settimane ha avuto un problema muscolare. Adesso sta bene ed è disponibile”.

Gli scontenti: “Ci sono in tutte le squadre, noi forse ne abbiamo in più perché abbiamo una rosa molto ampia. Sono situazioni che esistono da sempre, ma dal mercato io non voglio prestiti di giocatori che non giocano in altre squadre e arrivano qui con gli stessi problemi”.

Il centrocampo: “Con la consapevolezza del cammino che dobbiamo fare, tutte le prestazioni vanno viste in maniera diversa. Naturalmente non possiamo uscire da questa situazione in due partite, dobbiamo ancora migliorare in molti aspetti. Non dobbiamo volare con la fantasia, altrimenti torniamo a rivedere le vecchie paure. La squadra è consapevole, e sono sicuro che con continuità arriveranno anche i risultati”.

Callejon: “In questo momento si sta allenando con noi con serietà e professionalità. Se avrò bisogno di lui sicuramente rivedrò qualcosa per metterlo a suo agio, ma voglio continuità e questa squadra deve avere delle sicurezze”.

La panchina: “Sono sempre più sicuro che i cambi nel calcio di oggi possono cambiare la partita. Io ho tantissima fiducia dei giocatori che entrano dalla panchina. Io chiedo alla mia squadra di dare sempre il massimo, se poi uno è il migliore in deve campo per 60 minuti e poi finisce le energie è giusto sostituirlo”

Borja Valero: “Per me rientra nel gruppo dei titolari, poi che parta titolare o che venga inserito a gara in corso è una scelta dell’allenatore. A livello mentale è molto importante per il nostro gruppo, per noi è molto importante”.

Il gioco: “Più che imporre il nostro gioco, noi dobbiamo saperci adattare. Noi abbiamo grandi potenzialità, ma dobbiamo avere continuità di pensiero, evitare cali di concentrazione. In questo momento servono poche idee, chiare, ed interpretate con grande chiarezza”.

Kouame: “Ha recuperato dal punto di vista fisico, trovare più convinzione vicino all’area di rigore. Anche in partitella deve avere la cattiveria di fare gol sempre”.

Fonte dichiarazioni: Calciomercato.com.

Potrebbe interessarti anche: le mosse della viola per prendere Caicedo.

Foto: Twitter ufficiale Fiorentina.