Parma-Juventus 0-4. Pirlo: “Ripresi i punti persi contro l’Atalanta. Morata? Da sempre la nostra prima scelta”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

A Parma va in scena un assolo bianconero targato CR7. Juventus a -1 dalla vetta della classifica, per la soddisfazione di Pirlo.

La Juventus sbanca il Tardini di Parma e vola a -1 dal Milan capolista. I bianconeri hanno dato spettacolo contro un Parma semplicemente inferiore, dominando per tutti i 90 minuti, e trascinati dal solito Cristiano Ronaldo, autore di una doppietta che ha fatto seguito al gol dell’ex di Kulusevski, prima della ciliegina sulla torta messa da Morata.

Le parole di Pirlo

Ronaldo dopo gli errori con l’Atalanta? “Era arrabbiato dopo il rigore sbagliato. Fortunatamente abbiamo avuto pochi giorni per pensare a questo, per preparare la partita di stasera Oggi ha dimostrato quanta voglia abbia di fare gol, ancor meglio su azione”.

Cosa prova dopo la prestazione di oggi? “C’è soddisfazione, non eravamo contenti per il risultato di mercoledì, ma avevamo fatto una buona prestazione. Stasera dovevamo riprendere i punti persi contro l’Atalanta”.

Era questa la Juventus che voleva vedere? “Stasera sì, dovevamo riprendere il nostro cammino, avevamo bisogno di vincere la partita e fare gol con i nostri attaccanti, che avevano bisogno di ritrovare la via del gol. Lo abbiamo fatto giocando un buon calcio, sfruttando anche gli altri interpreti come Kulusevski e Ramsey. Dovevamo giocare di squadra e stasera lo abbiamo fatto bene”.

Dopo 5 mesi, la squadra si avvicina a quello che tu chiedi? “Piano piano stiamo raggiungendo quello che vogliamo, mi piace cosa facciamo quando hanno la palla gli altri, con un’aggressione alta, sempre in avanti, che ti porta ad avere padronanza del gioco. Stiamo crescendo di partita in partita, questo spirito sta entrando dentro ai ragazzi, ma abbiamo bisogno di pensare di partita in partita, e lo stiamo facendo bene”.

Se siete questi siete i favoriti del campionato? “Dobbiamo essere questi, abbiamo la consapevolezza di essere entrati in un cammino che ci porti ad avere questo atteggiamento di partita in partita, per avere il dominio del gioco”.

Mckennie? “L’abbiamo scelto per le sue caratteristiche, è un grande incursore e recuperatore di palloni, è bravo a buttarsi negli spazi con tempi perfetti. E’ ancora giovane, potrà sicuramente migliorare nel futuro”.

Ti aspettavi che Morata diventasse così decisivo? “No, non è una sorpresa. Era la nostra prima scelta, appena abbiamo avuto l’occasione ci siamo fiondati su di lui, era l’ideale per il nostro modo di giocare. Sappiamo che è un grande giocatore, ora sta bene anche mentalmente e può fare qualsiasi cosa. Era deluso dopo i giudizi sulla partita di mercoledì, ma lo avevo rassicurato che aveva fatto una grande prestazione, aveva lavorato molto per la squadra, doveva stare sereno perché quando ti muovi così i gol poi arrivano da soli”.

Hai cambiato il centrocampo rispetto all’inizio: “Non avendo avuto il tempo per il ritiro non abbiamo avuto il tempo di provarli in amichevole, e le prime partite ci sono serviti per vederli all’opera. Abbiamo capito che potevamo cambiare, l’abbiamo fatto. Quando attacchiamo sia a due, ma quando difendiamo restiamo a tre”.

Foto: Twitter ufficiale Juventus.

 

 

COMMENTA L'ARTICOLO