Parma, l’ex Baraye: “Meritano di restare in A. D’Aversa come un padre”

Fonte foto: Logo Parma
Sorry! You are blocked from seeing ads

Di seguito le parole di Yves Baraye, ex attaccante del Parma ora in Portogallo, sul momento dei ducali: “Non meritano di andare in B”

“D’Aversa come un padre, Parma non merita la B. Ora voglio salvare il Gil Vicente”. Queste le dichiarazioni di Yves Baraye, ex attaccante del Parma oggi al Gil Vicente, nell’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di TuttoMercatoWeb. Tanti i temi toccati: dal momento delicato dei ducali fino ad arrivare alla sua nuova esperienza in Portogallo.

In questa stagione ho avuto tante difficoltà, e nella prima parte ho potuto giocare poco. Sono arrivato tardi, non ho fatto la preparazione e dovevo recuperare; poi ho avuto il Covid e sono rimasto fermo. Quando hai tanta voglia e gli infortuni ti frenano, c’è una rabbia che ti rimane dentro. Ma io sono tranquillo, sto bene, so che mancano 12 partite e devo fare bene con la mia squadra per salvarci”.

Sul Parma:Li seguo sempre. È la mia seconda casa, mi vogliono bene tutti e io ne voglio a loro. Devo dire che ora stanno anche giocando bene, ma i risultati non vengono. Ho visto le partite contro l’Inter e la Fiorentina, ma a volte anche a livello mentale è complicato. Quello che posso dire è che il Parma non merita assolutamente di andare in B, è una grande squadra e una grande piazza. È stato duro tornare in A, gli auguro di dare tutto per rimanere”.

Su mister D’Aversa: “No, ogni tanto Karamoh o Gervinho, con cui sono più legato. Il mister sinceramente no, perché vista la situazione so che non è il momento di mandare messaggi. È stato come un padre per me, mi ha aiutato molto a crescere. E gli auguro di salvare la squadra, come ha sempre fatto”, come riporta TMW.

LEGGI ANCHE: Valcareggi a TMW RADIO: “Fiorentina, ti salverai. Ho piena fiducia in Prandelli”.

SEGUICI SU

Tags:
COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads