Parma, D’Aversa in conferenza stampa: “C’è amarezza, continuiamo a commettere errori che ci penalizzano in classifica. Contro il Crotone andremo per vincere la partita”

Fonte foto: Sito Ufficiale Parma

L’allenatore del Parma Roberto D’Aversa è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match contro il Crotone, in programma domani alle 18, valevole per la 33^ giornata di campionato. Queste le sue parole:

QUANTA AMAREZZA C’E’?

“L’amarezza e la delusione ci sono. Se andiamo ad analizzare tutte le partite, tranne quella con la Juve in cui c’è poco da recriminare, non siamo bravi e cinici nel concludere la prima frazione in vantaggio. In queste gare eravamo vicino all’episodio che poteva cambiare la nostra classifica, invece commettiamo errori che ci portano a perdere le partite. Sono ormai tante le occasioni buttate e la classifica è lo specchio di tutto ciò. Meritiamo questa classifica per i risultati”.

INIZIERAI A SCHIERARE GIOCATORI DI PROPRIETA’ ANCHE IN OTTICA FUTURA?

“Se la società decide di adottare questa linea ok, la scelta può essere giusta. Ma ciò non è successo. Io devo ragionare su ciò che riguarda il campo e schierare chi merita di giocare. Devo premiare il lavoro e la competizione”.

SONO CAMBIATE LE GERARCHIE IN PORTA?

“Sono diverse le squadre che alternano i portieri in questo momento. Ho scelto di far giocare Colombi per una questione tecnica sul momento. Ha fatto bene e potrebbe essere confermato. Si è vero, abbiamo subito tre gol ma non ho nulla da rimproverargli. Ma anche Sepe, in diverse partite, non ha avuto particolari responsabilità”.

SUL CROTONE:

“Va a giocare su tutti i campi in maniera spensierata. Hanno un attaccante che ha segnato molto, sono riusciti a mantenere un calcio propositivo. Arrivano a giocare spensierati, ma non andranno in campo per perdere. Noi dobbiamo andare a giocare per vincere la gara”.

SI ASPETTAVA QUESTA SITUAZIONE?

“Devo essere sincero, non me lo aspettavo. Ma ci sono vari motivi per cui adesso ci troviamo in questa posizione di classifica. Io non sono riuscito a farmi capire dai miei giocatori, che si stacca la spina solo quando si va negli spogliatoi. Nei finali di gara abbiamo buttato via tantissimi punti. Saremmo a metà classifica. Abbiamo evidenziato limiti caratteriali se non riusciamo a mantenere un vantaggio di due reti. Poi abbiamo subito tanti gol su calcio piazzato. Il lavoro c’è stato, abbiamo difeso a uomo, a zona e a zona mista, abbiamo cambiato ma senza ottenere risultati. Forse non sono stato capace a infondere nei miei ragazzi la giusta cattiveria e determinazione, senza cercare alibi di infortuni o altro. Anche in emergenza non siamo stati bravi a portare a casa risultati”.

IL FUTURO?

“Per me il futuro è la gara di domani contro il Crotone alle 18, il resto conta poco”.

HA UN ALTRO ANNO DI CONTRATTO:

“Bisogna essere in sintonia con la società ed avere lo stesso pensiero, la durata del contratto è relativo. Anche l’anno scorso avevo il contratto e poi a tre giornate dalla fine mi è stato detto che molto probabilmente non sarei stato più l’allenatore. Il mio futuro è domani. A campionato concluso discuteremo attorno ad un tavolo, come ogni anno”.

LEGGI ANCHE: Fiorentina-Juventus, Dybala ancora titolare e De Ligt a riposo: le ultime sulla formazione

LEGGI ANCHE: De Paola a TMW RADIO: “Pirlo? Se la Juve non entra in Champions non può rimanere”

Fonte Dichiarazioni: TMW

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.