Omaggio a Kobe Bryant, la Lega Serie A ci ripensa e salva la faccia

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La Lega Serie A ci ricasca ma ci ripensa: autorizzato il minuto di silenzio per Kobe Bryant

La notizia è trapelata ieri sera su Sky Sport. Il Milan vorrebbe rendere omaggio a Kobe Bryant, suo grande tifoso, in occasione della gara casalinga di stasera (ore 20,45) contro il Torino. In occasione della gara valida per i quarti di finale di Coppa Italia, il club rossonero vorrebbe ricordare il campione del basket americano con il lutto al braccio e un minuto di silenzio. Quest’ultimo omaggio, però, avrebbe incontrato l’opposizione della Lega Serie A.

Le polemiche per il mancato omaggio a Pietro Anastasi e il misterioso no all’omaggio per Bryant

La notizia non è stata confermata dai canali ufficiali della Lega. Tuttavia, non è la prima volta che l’istituzione che governa la massima serie calcistica mostri scarsa sensibilità di fronte alla scomparsa di un campione. Solo poche settimane fa c’erano state polemiche riguardo al mancato minuto di silenzio in memoria di Pietro Anastasi, ex calciatore di Juventus Inter, nonché Campione d’Europa con la Nazionale nel 1968.

Il silenzio assordante dei vertici del calcio italiano e il ripensamento

Dopo un lunghissimo silenzio assordante dei vertici del calcio italiano, poco fa il Milan ha comunicato che scenderà con il lutto al braccio e che «San Siro osserverà un minuto di raccoglimento a ridosso del fischio d’inizio». La Lega Serie A si è limitata a ritwittare la nota del club rossonero. Il buon senso ha vinto, ma resta lo scivolone di un’istituzione incapace di decidere su una cosa tanto delicata, quanto doverosa. Come se i protocolli e la burocrazia valessero più della morte di un uomo e di un campione dello sport mondiale…

FOTO: Lega Serie A Facebook.

COMMENTA L'ARTICOLO