Napoli-Udinese: spettacolo ed emozioni al San Paolo

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Dopo la sconfitta di giovedí contro il Salisburgo, il Napoli ospita un Udinese con fame di punti vista la classifica poco promettente. La squadra di Ancelotti parte forte e tra il 20′ e il 30′ il Napoli ne fa due e indirizza la partita verso una vittoria. Ma i friulani reagiscono senza paura e nel giro di 10 minuti riagguantano il match e il primo tempo finisce in paritá.

Il Napoli nella ripresa inizia sulla stessa riga del primo tempo e al minuto 57 si riporta in vantaggio con Milik, che firma il suo quindicesimo gol in Serie A.

Nel corso del secondo tempo l’ Udinese riparte in contropiede sfiorando più volte il pareggio, ma deve sottostare alla qualitá del Napoli; che al minuto 70 chiude il match con Mertens.

Di seguito riportiamo le dichiarazioni di Ancelotti:

“Mi fa arrabbiare perché quando giochi il giovedì sera, dopo il viaggio e tutto, non si fa bene. E’ quello che ci è successo contro il Sassuolo. La squadra non ha le energie nervose oltretutto contro una squadra come l’Udinese che ci ha messo in difficoltà. Siamo andati in doppio vantaggio ma non lo meritavamo. Eravamo un po’ disordinati. Nella ripresa abbiamo messo ordine e penso che abbiamo vinto meritatamente”.

Ritorno al gol di Mertens: “E’ normale che ad un attaccante manchi. Le sue prestazioni devo dire che sono sempre state di ottimo livello”.

Non la preoccupano cali di tensione in campionato quando arriverà il doppio confronto con l’Arsenal?

“L’Arsenal è un avversario molto forte ma la partita contro di loro ci tiene vivi in campionato. Tutti vorrebbero giocare questa partita e perciò questo stimola i calciatori a fare bene nelle partite di campionato. Prima dell’Arsenal ci saranno tre gare di campionato, dopo la sosta. La sosta ci farà bene perché abbiamo alcuni calciatori che non stanno bene. Poi ci saranno le tre partite per consolidare il secondo posto, prima di pensare all’Arsenal”.

Sul derby Milan-Inter: “Al Milan ho troppi amici. C’è mio fratello in panchina (Gattuso, ndr). Lui dice che sono suo padre, ma in realtà siamo fratelli”.

Su Ospina: “Fortunatamente niente di grave. Ha fatto la tac ed è risultata negativa. Deve stare sotto controllo, ma sta bene. Era cosciente”.

COMMENTA L'ARTICOLO