Foto: profilo Instagram Napoli

Oltre al primo posto in solitario, il secondo miglior attacco e la miglior difesa, c’è un dato che più di tutti racchiude il positivo e storico inizio di stagione del Napoli. Come riportato da OptaPaolocon le prime sette vittorie in altrettante partite di campionato, il club partenopeo è ad un solo successo dall’eguagliare lo storico record di Maurizio Sarri della stagione 2017/18.

Quell’anno la striscia di vittorie arrivò ad otto e, ironia del destino, fu interrotta proprio dall’Inter di Luciano Spalletti. La stagione poi si concluse con l’altro record dei 91 punti, che però non valse la conquista dello scudetto: dopo una lotta serrata e durata parecchi mesi, il campionato andò ancora una volta alla Juve di Max Allegri.

Dove può arrivare il Napoli?

Questo superlativo inizio di stagione sta facendo sognare i tifosi azzurri. A differenza di quattro anni fa, non c’è una squadra che sembra imbattibile come lo era quella Juventus. Di questa situazione potrebbe approfittarne proprio il club campano, che sta volando in questo inizio di campionato.

In questo momento positivo, spicca il rendimento di tre calciatori: Koulibaly, Anguissa e Oshimen. Il difensore sembra tornato il baluardo di qualche stagione fa, insuperabile nell’uno contro uno e pungente sotto porta. L’ex Fulham è l’elemento di equilibrio che mancava e che permette a Spalletti di schierare ben quattro giocatori offensivi. Oshimen, invece, sta mantenendo numeri incredibili e sembra pronto a spiccare definitivamente il volo.

C’è però un fattore che accomuna questi tre calciatori: la Coppa d’Africa. Tutti e tre parteciperanno con le rispettive nazionali al torneo continentale in programma dal 9 gennaio al 6 febbraio, mettendo in seria difficoltà il Napoli.

Nigeria, Camerun e Senegal sono tra l’altro tra le favorite per la vittoria della competizione e si trovano tutte in prima fascia. Questo significa che la loro assenza potrebbe durare per qualche settimana, costringendo il resto della squadra agli straordinari.

Se Luciano Spalletti riuscirà a trovare la quadra e a sopperire alle loro assenze, allora il Napoli potrà tornare a sognare di tornare sul gradino più alto della classifica, dove neanche Maurizio Sarri era riuscito a portarlo.

Leggi anche: Dal Pino su Sarri: “Ha allenato in Premier, quindi non capisco queste polemiche sui pochi giorni”

 

Articolo precedenteInter, Perisic: il croato ha il contratto in scadenza a Giugno, i dettagli
Articolo successivoL’ex Juventino Cristiano Ronaldo e la sua nuova supercar da 10 milioni di euro